Galante: “L’Inter non ha la testa libera”

Articolo di
25 novembre 2016, 21:07
Galante

L’ex difensore nerazzurro analizza ai microfoni di TMW Radio la situazione attuale dell’Inter sostenendo ci sia un problema di testa, ma ha comunque fiducia nel tecnico Pioli e nella qualità della rosa a sua disposizione

IL KO IN EUROPA LEAGUE- “E’ difficile capire bene cosa scatta nella testa dei calciatori. Nella prima frazione c’è stata solo una squadra in campo, sembrava una gara facile. La ripresa è stata nettamente diversa. Preso il primo gol, è arrivata la preoccupazione. Quando non c’è la testa libera, un calciatore può offrire una brutta prestazione. Nel finale, così è stato”.

HANDANOVIC-
“Peccato per la prima ammonizione, arrivata per aver perso tempo. Da ds, quella è una ammonizione che mi fa arrabbiare. Come capita a un attaccante che si fa punire quando fa gol e si toglie la maglia. Handanovic è stato sfortunato, ma il regolamento è quello”.

PIOLI L’UOMO GIUSTO?- “Parto dal presupposto che il tecnico dell’Inter ha a disposizione calciatori di grande spessore. Un mister, alcune volte, è avvantaggiato sul lavoro psicologico con i campioni rispetto a quello che allena in altre categorie. Pioli è un allenatore che ha esperienza in Italia e con calciatori che hanno disputato tanti campionati. Pioli è un buon allenatore, può essere la persona giusta per l’Inter in questo momento”.

MURILLO UN PROBLEMA?-
“Miranda e Murillo sono ottimi difensori centrali. Hanno tutto per fare bene. Ogni tanto, però, può capitare qualche errore. Anche se alcuni gol arrivano per l’errore di tutti e non solo da parte della difesa. Ma i difensori nerazzurri, se messi nella condizione di fare bene, sono ottimi elementi. L’Inter ha una buonissima squadra in tutti i reparti. Ma non bisogna ragionare con i singoli, ma esaminare la squadra. L’Inter deve ritrovare la squadra in sé”.

QUALI RINFORZI PER GENNAIO?-
“Difficile dirlo, perché ritengo l’Inter completa in ogni reparto. Ci sono elementi come Icardi, Banega, Joao Mario e tanti altri che sono ottimi calciatori. Credo che non ci sia una esigenza particolare”.

DIFFERENZE TRA INTER E MILAN-
“Montella ha portato serenità al Milan, poi i risultati aiutano la squadra. All’Inter non sono arrivati i risultati, anche il minimo problema sembra irrisolvibile. Al Milan, invece, i discorsi societari sono considerati di meno in questo periodo visto l’ottimo lavoro del tecnico e della squadra”.

Facebooktwittergoogle_plusmail