Fontanesi: “Libro Icardi idea mia, Inter mai fatta viva. Forse…”

Articolo di
17 ottobre 2016, 23:23
Icardi

Paolo Fontanesi – autore della biografia di Icardi -, intervenuto telefonicamente durante la diretta di “Premium Sport”, fa chiarezza sul caos tra il capitano dell’Inter e la Curva Nord spiegando come sono andate le cose prima del lancio del libro

RETROSCENA SULLA BIOGRAFIA – Esce allo scoperto l’autore Paolo Fontanesi, finito nell’occhio del ciclone in seguito al caos generato dalla stesura (prima) e dalla pubblicazione (poi) di “Sempre avanti – La mia storia segreta”: «L’idea della biografia è stata mia ed è piaciuta subito sia a Mauro Icardi sia a Wanda Nara. E’ vero che Icardi ha solo 23 anni, ma i suoi 23 anni corrispondono ai 40 anni di altre persone perché ha già avuto una vita ricca di molti episodi: da qui è nata l’idea del libro. Non avrei mai pensato si potesse scatenare un caso del genere…».

IL FATTACCIO INCRIMINATO – «Non voglio entrare nei particolari, ma mi dispiace che quelle parole siano state interpretate nel modo sbagliato. Fosse stata un’intervista di ieri, allora la Curva Nord avrebbe avuto ragione a reagire in quel modo, ma un libro va ragionato, interpretato e soprattutto temporizzato. L’idea di Icardi era la seguente: in quel Sassuolo-Inter ha reagito in quel modo e ha capito di aver sbagliato, per questo ha voluto raccontare quell’episodio per dire che oggi non farebbe più quell’errore. Icardi voleva solo far capire che si trattava di un episodio errato e superarlo».

INTER ASSENTE INGIUSTIFICATA – «Nessuno dell’Inter mi ha mai chiesto nulla sul libro. L’Inter non mi ha chiesto di leggere la bozza della biografia di Icardi e forse questo è stato un errore della società, ma non sta a me dirlo: io sono solo uno scrittore. Non mi sono mai permesso di bussare alla porta dell’Inter per chiedere se andassero bene le pagine incriminate, forse avrebbero dovuto farlo loro… Adesso ricontrolleremo quelle pagine, io sono completamente al servizio di Icardi: se mi dirà di togliere quelle pagine, le toglieremo e faremo ristampare il libro senza».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Andrea Turano
Nato nell’era Bagnoli, ma svezzato da Simoni, vive la sua vita in nero e azzurro. Parla di Inter ventiquattro ore al giorno, nel tempo libero si limita a scrivere, sempre di Inter. Sogna di lasciare un ricordo indelebile nella storia della Beneamata, come Arnautovic. E’ un tifoso sfegatato come tanti, ma obiettivo come pochi.