Ferri: “Spalletti lavora anche su Ranocchia! Inter-SPAL…”

Articolo di
8 settembre 2017, 23:44
Riccardo Ferri

Riccardo Ferri è ospite a “Premium Weekend” su Premium Sport e ha analizzato Inter-SPAL soffermandosi molto sulla difesa, ruolo che ha ricoperto in nerazzurro dal 1981 al 1994. Secondo lui Luciano Spalletti sarà in grado di gestire l’emergenza nel pacchetto arretrato non solo con i due centrali titolari.

RILANCIO DA DIETRO«Chi dietro Mauro Icardi? In questo momento della stagione João Mário è quello che interpreta meglio il ruolo e che ha la gamba per far male. Luciano Spalletti decisivo nella permanenza e nel rinnovo di Ivan Perišić? Io mi immagino addirittura un contributo anche nei confronti di Andrea Ranocchia, perché Spalletti sta lavorando a far sì che questo giocatore torni a essere di qualità. Il problema di Ranocchia è tutto sommato psicologico, trova un ambiente negativo intorno a sé e diventa difficile, io ho provato salire le scale di San Siro e sentire i mugugni. Spalletti è molto bravo dal punto di vista psicologico, in questo momento João Miranda è il difensore più forte dal punto di vista tecnico, Milan Škriniar sta facendo veramente bene per attenzione, senso della posizione e forza fisica, poi si aspetta il recupero di Ranocchia e per quanto mi riguarda Danilo D’Ambrosio è un buon giocatore, che ha fatto anche bene nell’ultima parte dello scorso campionato, secondo me ce ne sarà bisogno e si farà trovare pronto perché è un grandissimo professionista. La SPAL? È un test importante, Spalletti ha detto che per capire la qualità della propria squadra si deve passare per le partite come la Roma o la Fiorentina, io credo invece che per capire la qualità di questa squadra bisogna passare da queste partite che sembrano sulla carta agevoli ma nascondono parecchie insidie. L’anno scorso le partite negative sono arrivate con le cosiddette provinciali, il salto di qualità la squadra lo deve fare in queste partite».