Ecco chi è Steven Zhang: figlio “operativo” di Jindong – TS

Articolo di
24 settembre 2016, 12:42
Steven Zhang Thohir

In questi ultimi giorni abbiamo visto con insistenza la faccio di Steven Zhang in casa Inter. E non è un caso. Il figlio di Jindong avrà sempre di più un ruolo importante all’interno dell’ambiente nerazzurro e, come si legge su “Tuttosport”, sta studiando per diventare grande.

STUDIO SULL’INTER«Una full immersion per capire, confrontarsi, cogliere ogni aspetto della vita nerazzurra per un domani, chissà, da numero uno. C’è un’Inter che vince in campo con protagonisti Icardi, Joao Mario e De Boer, ma la vetrina di quest’ultima settimana va anche a Steven Zhang, figlio di Jindong, patron di Suning, nuovo proprietario del club nerazzurro. Il 25enne Steven, infatti, è arrivato a Milano domenica da Nanchino insieme al padre e ai vertici di Suning, ma a differenza dei suoi compagni di viaggio, è rimasto a Milano e ripartirà per la Cina solamente oggi. Zhang jr si è fermato una settimana in città e questo potrebbe non rimanere un unicum visto che nei progetti del padre c’è la volontà di far ricoprire a Steven sempre più un ruolo attivo nella vita quotidiana dell’Inter. Steven Zhang un “occhio” di Jindong sull’Inter. Magari è prematuro parlare di permanenza fissa a Milano del giovane rampollo – al momento non c’è nulla di stabilito e definito in questo senso, ma solo qualche rumor -, così come di una possibile carica da presidente il giorno in cui Erick Thohir lascerà la società, ma è chiara la volontà del nuovo proprietario dell’Inter di affidarla un giorno al suo erede.

FITTA AGENDAPer il momento, però Steven Zhang studia. Osserva. Impara. E’ giovane e logicamente deve capire le dinamiche di un mondo comunque lontano da quello finora frequentato. Nella settimana vissuta a Milano, il ragazzo non ha perso tempo e si è dato molto da fare. Un’agenda piena zeppa di impegni. Domenica scorsa è arrivato con i dirigenti Suning, ha seguito la gara con la Juventus in tribuna e poi insieme a tutto il gruppo Inter è ovviamente andato alla cena organizzata dal papà. Lunedì mattina ha partecipato con la dirigenza alla riunione a Palazzo Marino con il sindaco Sala, mentre in serata ha accompagnato Thohir e Bolingbroke alla presentazione della nuova stagione del settore giovanile. Martedì ha seguito con attenzione diverse riunioni in sede, mentre mercoledì pomeriggio è partito alla volta di Empoli per assistere alla partita, rientrando poi a Milano in treno insieme alla squadra. Giovedì eccolo prima insieme ai dirigenti per la presentazione di Gabigol, quindi a cena con Javier Zanetti al “Botinero”: chi meglio dell’ex capitano per capire ancora meglio il mondo nerazzurro? Infine ieri altra giornata di riunioni per approfondire il funzionamento delle varie aree. Oggi, come detto, il ritorno a Nanchino in attesa di riapparire insieme al padre e ai dirigenti Suning fra un mese quando andrà in scena l’assemblea degli azionisti e quando forse si capirà ancora meglio se la squadra di De Boer avrà davvero preso il volo: Jindong Zhang, infatti, ha deciso di incentivare i suoi giocatori promettendo un premio scudetto che potrebbe aggirarsi fra gli 8 e i 10 milioni (300mila euro circa a testa)».

Facebooktwittergoogle_plusmail