È l’ora dell’Europa: Brozovic riprenditi l’Inter e de Boer – TS

Articolo di
14 settembre 2016, 11:26
Marcelo Brozović Tottenham-Inter

Domani alle 21.05 l’Inter di Frank de Boer ospiterà a San Siro l’Hapoel Be’er Sheva nella prima giornata del girone di Europa League. In questo match potrà mettersi in luce Marcelo Brozovic. Ecco quanto scrive “Tuttosport” 

POCA ATTENZIONE – “Per ora Frank De Boer non lo ha preso molto in considerazione: 20 minuti sul finire della gara di Verona contro il Chievo, poi due panchine consecutive. Sembra che il croato non piaccia moltissimo al tecnico olandese, ma domani sera, all’esordio in Europa League contro gli israeliani dell’Hapoel Be’er Sheva, Brozovic avrà l’opportunità per far ricredere l’ex allenatore dell’Ajax. A differenza di Kondogbia e Joao Mario – l’uomo che di fatto gli ha tolto e toglierà spazi in campionato -, Brozovic è stato infatti inserito nella lista Uefa. a. Con Gnoukouri indisponibile per la prima partita, De Boer si ritrova con le scelte dimezzate per il centrocampo (rimangono Medel, Melo e Banega, più eventualmente Candreva)”.

TURN OVER – “Considerando, però, che domenica alle 18 a San Siro l’Inter ospiterà la Juventus, è facile immaginare come il tecnico non voglia spremere alcuni giocatori, in particolare proprio Banega, in questo momento centrale nel progetto tattico nerazzurro. Dunque, non rimangono molte alternative se non puntare di nuovo su Brozovic. Che sia ancora 4-2-3-1 come a Pescara o 4-3-3, Brozovic ci sarà. D’altronde il suo punto di forza è laduttilità: mezzala, mediano, anche trequartista o esterno. Dove gli verrà chiesto di giocare, lui giocherà. Mettendo in campo la solita corsa (l’anno scorso è stato fra i giocatori che hanno percorso più chilometri) e la qualità delle sue giocate. L’Inter, però, si aspetta un nuovo passo in avanti da Brozovic. La continuità rimane un punto debole, così come “l’intelligenza” tattica non è ancora avvicinabile a quella di altri compagni”.

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Crescenzo Greco

Crescenzo Greco

Crescenzo Greco, nasce a Foggia il 20 aprile del 1995. Grazie a sua zia è interista fin da bambino. Josè Mourinho l’idolo incontrastato, Adriano quello d’infanzia. Dopo aver raggiunto la maturità scientifica si è trasferito a Milano per inseguire il sogno di diventare giornalista sportivo e studiare “Comunicazione e Società” presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.