Drogba: “Nel 2008 quasi dell’Inter, Scolari voleva Adriano”

Articolo di
19 novembre 2015, 12:37
Mancini Drogba

Didier Drogba e l’Inter, un matrimonio mai consumato ma che più volte è stato vicino alla concretizzazione. Soprattutto negli anni di Mourinho, ma ancor prima quando dal Marsiglia passò ai blues. Poi qualcuno lo convinse, rimanendo a Londra: mentre altri lo avrebbero scaricato. Per Adriano..

TUTTA COLPA DI FRANK – E pensare che proprio Lampard era vicinissimo al suo trasferimento a Milano, con Mourinho che puntava su di lui per costruire la nuova Inter. Ad andarsene sarebbe stato Stankovic: poi tutti sappiamo come sia andata, col serbo faro del centrocampo e della trequarti nel primo anno dello Special in nerazzurro, fino a diventare il primo cambio nell’Inter del Triplete. Su Drogba ancor meno rimpianto, visto il rendimento piuttosto positivo di un certo Milito, ma vederlo in nerazzurro sarebbe comunque stato un piacere. Drogba racconta ad AllSports.com come è andata nel 2008: “La persona che da sola mi convinse a restare fu Frank Lampard. Mi scrisse un sms che recitava: Ciao DD, spero che tu rimanga perché dobbiamo vincere la Premier insieme e dobbiamo vincere la Champions League insieme“.

Scolari lo avrebbe volentieri scambiato per il suo pupillo, Adriano. Poi la chiacchierata col Presidente russo, come si apprende dall’autobiografia dell’ivoriano: “Quando andai via dopo aver parlato con Scolari, contattai subito Abramovich attraverso uno degli assistenti e gli spiegai la situazione. Ma lui fu categorico e mi rispose: non vai da nessuna parte, chi ti ha detto che stai per andare via?”.







ALTRE NOTIZIE