Dimarco: “Voglio giocare e vincere con l’Inter. Mancini…”

Articolo di
12 luglio 2015, 22:02

Federico Dimarco è uno dei talenti più splendenti del settore giovanile nerazzurro. Il terzino, direttamente dal ritiro di Brunico, ha rilasciato una bella intervista ai microfoni di “Inter Channel”. Il talento che tanto piace a Mancini riepiloga il suo percorso in nerazzurro fino al recente esordio in prima squadra

CUORE NERAZZURRO«Da piccolo giocavo in avanti, mentre al secondo anno mi hanno spostato sull’esterno. Nel giro di due o tre anni, sono diventato un terzino. Ravera mi disse che mi metteva lì per farmi imparare a difendere e questo è stato fondamentale per la mia carriera. Ho passato una vita in nerazzurro: avevo 7 anni quando sono arrivato all’Inter! Fare tutta la trafila non è stato facile e devo dire che col passare degli anni sono arrivato a questo livello grazie all’aiuto dei vari tecnici che ho incontrato».

ESORDIO E DIFFICOLTA’«Da gennaio, dopo l’esordio in Europa League, ho fatto avanti e indietro dalla prima squadra alla Primavera. Poi con l’Empoli sono riuscito a esordire in Serie A. Quando ho esordito in Europa League e in Serie A, ho sempre detto che era un punto di partenza: ho una vita calcistica davanti. La più grande difficoltà dopo il passaggio alla prima squadra sono stati i ritmi; in Primavera era tutto molto più semplice, anche a livello di mentalità. In Serie A c’è poco tempo per ragionare, devi sapere prima a chi dare la palla. All’inizio si fa fatica, ma più ci si allena coi grandi e più si arriva al loro livello».

FUTURO AGLI ORDINI DEL MANCIO«Dopo il ritiro vediamo se Mancini mi terrà in prima squadra. Spero di giocare, ma non è facile perché ho dei campioni davanti a me. Farò tutto il possibile, darò il massimo. Con la Primavera siamo stati sfortunati alle finali: eravamo senza attaccanti titolari. Mentre al Viareggio siamo riusciti a vincere. Quest’anno spero di vincere ancora, magari con la prima squadra».