Di Gennaro: “Inter, problemi dal Pordenone. No alternative”

Articolo di
19 febbraio 2018, 00:49
Antonio Di Gennaro

Antonio Di Gennaro, ex centrocampista del Verona che vinse il campionato nella stagione 1984-1985, è stato ospite di “Domenica Premium” su Premium Sport. Piuttosto netto il suo giudizio sull’Inter, definita una squadra troppo prevedibile e incapace di trovare soluzioni differenti.

PIANO B INESISTENTE«Anche a livello tattico già la partita contro il Pordenone in casa in Coppa Italia i primi pericoli, ovviamente Luciano Spalletti prima di Inter-Udinese aveva messo in chiaro: su questa squadra bisogna essere chiari con la gente. Tolte le fasce con Antonio Candreva e Ivan Perišić l’Inter è prevedibile, non ha alternative di gioco. Lui voleva un giocatore sulla trequarti, voleva Radja Nainggolan o Arturo Vidal, ovviamente la società non ha potuto investire grandi cifre e si è adattato, sono giocatori abbastanza prevedibili per quel modulo di gioco. Con l’avvento di Suning e le grandi potenzialità economiche ci si aspettava degli acquisti funzionali, oltre a Borja Valero, Matías Vecino e Milan Škriniar anche degli investimenti importanti di grande livello. La società per ora non si muove perché filogovernativa, aspetta il momento opportuno e in questo il mercato ha preso ancora più piede».







ALTRE NOTIZIE