De Magistris: “Inter da CL con Pioli? Emerge altro. Spalletti…”

Articolo di
9 aprile 2017, 00:42
De Magistris

Nel suo editoriale per “TuttoMercatoWeb” il giornalista Raimondo De Magistris usa la classifica parziale del campionato per smentire un dato spesso utilizzato a proposito dell’esperienza di Stefano Pioli all’Inter. L’allenatore subentrato a novembre al posto di Frank de Boer non avrebbe numeri da qualificazione in Champions League, anche per questo a fine stagione potrebbe salutare, con Luciano Spalletti come più di una semplice suggestione.

RISULTATI BUGIARDI – “Occhi sull’Inter, parto da un dato. Troppo spesso in questo mesi è stata data come certa e certificata una notizia che, dati alla mano, tanto veritiera non è. L’assunto è questo: ‘Da quando c’è Stefano Pioli, questa Inter viaggia a un ritmo da Champions League’. Una tesi non corroborata dai numeri. Se si prende infatti in esame la classifica da quando il tecnico emiliano è arrivato all’Inter emerge un altro scenario. La classifica da quando Pioli guida l’Inter: Juventus 47 punti, Napoli 43, Roma 42, Lazio 38, Inter 38, Atalanta 37, Juventus e Atalanta una partita in più. Juventus, Roma e Napoli hanno comunque conquistato più punti, la Lazio di Simone Inzaghi non ne ha conquistati meno. Chiaro e pacifico che Pioli, rispetto a Frank de Boer, abbia permesso il cambio di passo all’Inter. Ma per una società sempre più ambiziosa, che vuole lottare per il titolo già dal prossimo anno, è lui il tecnico giusto? I dubbi di Suning permangono. E non a caso, sfumati almeno per la prossima stagione Diego Pablo Simeone e Antonio Conte, la proprietà cinese continua a sfogliare la margherita. Pioli non convince, la ricerca continua e non è escluso che possa ultimarsi con l’ingaggio di Luciano Spalletti. Nonostante quest’ultimo, negli ultimi mesi, ci abbia pensato da solo a farsi della cattiva pubblicità”.