De Canio: “Inter, ecco il problema tattico qual è! Se Pioli…”

Articolo di
19 novembre 2016, 01:16
De Canio

Luigi De Canio – ex allenatore dell’Udinese -, intervenuto durante “Calcio € Mercato” su Sportitalia, fa un’approfondita analisi tecnico-tattica che centra alla perfezione il problema offensivo dell’Inter, che con Pioli dovrebbe andare a colmare determinate lacune

SCUOLA ITALIANA – Il motivo per cui Luigi De Canio appoggia la causa nerazzurra è piuttosto futile, ma l’analisi tecnico-tattica fatta è ineccepibile: «Mi auguro che Stefano Pioli, indipendentemente dal modulo scelto nel derby o nel resto del campionato, faccia non bene, ma benissimo sulla panchina dell’Inter! Vorrei tanto che passasse l’idea che un allenatore italiano, nonostante l’aspetto mediatico in cui non è premiato, è l’altezza di guidare grandi squadre e grandi calciatori: per questo vorrei che Pioli facesse strike all’Inter. Non credo sia un problema di numeri, anche se non conosco bene i giocatori dell’Inter: Pioli deve trasmettere bene che in Italia si affrontano tutte le partite in maniera diversa rispetto a come hanno fatto finora. Se hanno messo sotto la Juventus è perché sanno di avere forza tecnica e caratteriale per fare un campionato importante, quindi ci sono altri aspetti che devono tirare fuori: l’ambiente intorno alla squadra deve stimolare i calciatori».

PROBLEMA TATTICO – «Spero Pioli abbia centrato il problema dell’Inter, magari facendo inizialmente scelte inaspettate al momento. La soluzione proposta da Pioli con il 4-3-3 può avere una logica per avere maggiore presenza in area di rigore da parte dei centrocampisti, dato che Mauro Icardi è l’unica punta: nel 4-2-3-1 gli esterni offensivi, per le caratteristiche che hanno, vanno sempre al cross e l’area non viene riempita da nessuno. Lo stesso Ever Banega entra in area solo con la palla per l’uno-due, senza palla si muove poco. Il movimento delle mezzali che si inseriscono può dare più presenza in area sia nel ricevere il cross sia negli inserimenti con e senza palla. Marcelo Brozovic è un giocatore in condizioni psico-fisiche ottimali, per questa partita Pioli può aver interpretato il problema della mancanza di uomini in area. Il gol di Ivan Perisic contro la Juventus è un’azione offensiva rara dell’Inter. All’Inter deve migliorare il movimento tattico dei giocatori, che hanno grandissima qualità: se i meccanismi si ritrovano, questa Inter può far male a chiunque».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Andrea Turano
Nato nell’era Bagnoli, ma svezzato da Simoni, vive la sua vita in nero e azzurro. Parla di Inter ventiquattro ore al giorno, nel tempo libero si limita a scrivere, sempre di Inter. Sogna di lasciare un ricordo indelebile nella storia della Beneamata, come Arnautovic. E’ un tifoso sfegatato come tanti, ma obiettivo come pochi.