De Boer-Mancini, anche i caratteri sono diversi – GdS

Articolo di
24 settembre 2016, 10:07
de Boer

La “Gazzetta dello Sport” parla delle differenze a livello di carattere tra Roberto Mancini e Frank de Boer. L’olandese è più propenso all’autocontrollo, meno fumante, più riflessivo.

CARATTERI DIVERSI – Oltre alle differenze sul campo, parlando di de Boer e Mancini la “Gazzetta dello Sport” sottolinea che anche i caratteri non sono certo uguali. Mancini, soprat­tutto nella versione 2.0 post Inghilterra, era molto tranquil­lo, ma rimanevano scorie «fu­mantine». Vedi i pesanti litigi prima con Osvaldo poi con Jo­vetic. De Boer invece all’Inter ha alzato la voce solo un paio di volte durante le partitelle. Cui non partecipa mai, a differen­za del suo predecessore che non sempre resisteva alla tentazione. L’autocontrollo di Frank non è solo legato ai pro­blemi di lingua, che anzi sta ri­solvendo con la pazienza di Gandhi, sorbendosi due ore di lezione al giorno, ma è un modo di essere evidente in tutte le sue espressioni. Poi subito a casa, a Milano, o a Cassano Magnago, per vedere i match di pallamano della figlia. Lavoro e famiglia.

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Giulio Di Cienzo

Giulio Di Cienzo

Giulio Di Cienzo, nasce a Milano e si costruisce negli anni una passione per il calcio equamente divisa tra razionalità e passione. La parte più calda sta in Sudamerica, l’unico tifo è per l’inter.