Dalai: “Mancini chiede cose difficili, ma poi non riesce a…”

Articolo di
2 giugno 2015, 09:07
Dalai

Ospite negli studi di “Tiki Taka – Il calcio è il nostro gioco”, il giornalista Michele Dalai, noto tifoso nerazzurro, parla con poco ottimismo del futuro dell’Inter ed è molto critico nei confronti di Roberto Mancini per via delle sue scelte di mercato

MEGLIO SINISA – «Non sono ottimista, anche se vedo che Mancini ripete ininterrottamente che la squadra si è ripresa e dice di vedere un bel gioco. Io avrei voluto Mihajlovic, che trasmette maggiore entusiasmo».

MERCATO DIFFICILE«Adesso Mancini ha detto che servono otto-nove giocatori nuovi, ma la situazione è drammatica, a partire dalla fase difensiva, che però fa parte del gioco. Mancini chiede cose difficili da ottenere, perché vuole tutti questi giocatori nuovi, ma poi non riesce a prendere Yaya Touré. A gennaio ha preso giocatori per la panchina, Shaqiri è sparito e Podolski non ha mai giocato».

ICARDI NON SI TOCCA«Lo dico fin da quando è arrivato, mai vendere Icardi. Mi interessa poco la sua vita sui social network, in campo è un professionista serio e gioca meglio degli altri. Ha fatto ventidue gol in un’Inter tutt’altro che grande, anzi direi piccolissima».

Facebooktwittergoogle_plusmail