Cruccu: “Inter matrioska a 3 livelli: i problemi. Borja Valero…”

Articolo di
24 febbraio 2018, 07:07
Matteo Cruccu

Matteo Cruccu – giornalista del “Corriere della Sera” e tifoso interista -, ospite negli studi di “Aspettando il Weekend” su Sportitalia, argomenta la situazione dell’Inter indicando tre diversi livelli di problema, soffermandosi molto su quello tattico legato soprattutto all’utilizzo di Borja Valero

EQUIVOCO BORJA VALERO – Ne ha per tutti Matteo Cruccu, insoddisfatto dopo l’ultimo KO stagionale: «La prestazione di Borja Valero dipende da come lo fa giocare Luciano Spalletti, che gli sta facendo fare il tuttocampista come contro il Genoa e non ce la fa: deve giocare da fermo nei due davanti alla difesa, nel centrocampo a tre è destinato a scoppiare girando intorno. Da trequartista non va bene nemmeno, Borja Valero deve far ripartire l’azione da dietro. Il problema non è l’età, che non può essere un alibi: anche Andres Iniesta ha 33 anni, secondo me è più un problema tattico».

MATRIOSKA INTER – «Steven Zhang è il presidente perfetto per un’Inter così… Prima l’Inter aveva un riferimento preciso con Massimo Moratti, che magari faceva degli errori, ma c’era sempre. L’Inter ora è una matrioska, fatta a strati: il primo problema è che non c’è una società che faccia da faro, ma questo si sa da tempo; al secondo livello, avendo scelto Spalletti, che ha un’idea precisa di calcio, la proprietà avrebbe dovuto assecondarlo sul mercato per tornare in Champions League dopo sette anni, che è un tempo infinito, ma non gli ha comprato il trequartista, perché se è Rafinha va detto che è a mezzo servizio, quindi il problema è di fondo se può giocare solo mezz’ora o appena un’ora; al terzo punto c’è Spalletti, che ha fatto degli errori, perché prima ha fatto bene con il 4-2-3-1, poi si è impiantato senza cambiare e si è fossilizzato sulle ali Antonio Candreva e Ivan Perisic anche quando non funzionavano più, così quando ha provato a cambiare non ha modificato in meglio, infatti contro il Genoa l’Inter è stata sovrastata in ogni parte del campo».

ERRORI DI MERCATO – «Certo, la panchina dell’Inter è corta, Spalletti ha l’alibi del mercato che non è stato fatto. Roberto Gagliardini in questo momento non riesce a giocare: è completamente in confusione! L’allenatore deve percepirlo nello spogliatoio e in allenamento, non è schierabile: Spalletti ha fatto girare dappertutto Borja Valero, che potrebbe giocare al suo posto nel centrocampo a due. All’Inter sono stati fatti tanti errori, ad esempio Gabriel “Gabigol” Barbosa. Rafinha è un giocatore di classe superiore e si vede da come velocizza subito l’azione, spero non sia un bluff dal punto di vista tecnico e soprattutto tattico».






ALTRE NOTIZIE