Criscitiello: “Moratti tifoso malato, ma con l’Inter ha finito”

Articolo di
5 ottobre 2016, 00:34
Michele Criscitiello

Michele Criscitiello – Direttore di “Sportitalia” – durante la conduzione di “Uno contro tutti” sull’emittente stessa dice la sua sul possibile ritorno di Moratti all’Inter e non le manda a dire all’ex presidente nerazzurro, mostrando grande lucidità di pensiero

INTER, FINITA ERA MORATTI – Il giudizio di Michele Criscitiello sul clamoroso ritorno dello storico presidente nerazzurro è piuttosto netto e drastico, ma il suo punto di vista è assolutamente condivisibile: «Non voglio parlare male del presidente Massimo Moratti, ma quando uno decide di mettere un punto, non dev’essere un punto e a capo, ma un punto definitivo. Moratti ha fatto il bene e il male dell’Inter, più il bene che il male. Moratti ha vinto quello che doveva vincere e ha perso quello che doveva perdere. Ora è arrivato il momento in cui non deve rientrare più né con una percentuale né come presidente di facciata o presidente onorario. L’Era Moratti è finita ed è giusto che si volti pagina definitivamente, non è giusto che Moratti torni all’Inter dalla finestra. Fossi in lui direi no anche se lo rimettessero in gioco gli altri: non è una colpa. Le voci sul suo ritorno sono fondate, ma è Moratti che se le cerca perché senza l’Inter non riesce a vivere: è un tifoso malato dell’Inter. Ci mancherà come personaggio, ma la sua era è finita. Adesso spazio agli altri e a chi mette i soldi».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Andrea Turano
Nato nell’era Bagnoli, ma svezzato da Simoni, vive la sua vita in nero e azzurro. Parla di Inter ventiquattro ore al giorno, nel tempo libero si limita a scrivere, sempre di Inter. Sogna di lasciare un ricordo indelebile nella storia della Beneamata, come Arnautovic. E’ un tifoso sfegatato come tanti, ma obiettivo come pochi.