Criscitiello: “Mirabelli-Milan? Meritocrazia! Per l’Inter ha fatto…”

Articolo di
14 settembre 2016, 00:56
Michele Criscitiello

Michele Criscitiello – Direttore di “Sportitalia” – durante la diretta di “Uno contro tutti” sull’emittente stessa torna sull’argomento più caldo del momento: il passaggio di Mirabelli dal Milan all’Inter, che sta suscitando più polemiche del previsto soprattutto nell’ambiente degli ex giocatori rossoneri

MIRABELLI SHOW – Per Michele Criscitiello la polemica mossa dagli ambienti rossoneri è assolutamente ingiustificata: «In Italia siamo dei fenomeni: stiamo distruggendo la meritocrazia, che finalmente ha portato Massimiliano Mirabelli ai vertici dirigenziali in un grande club. Un dirigente che lavora all’oscuro, che non rilascia interviste ed è un grandissimo operatore di mercato: ha scoperto e portato all’Inter giocatori come Jeison Murillo, Marcelo Brozovic e altri talenti, oltre ad aver bocciato l’arrivo di Geoffrey Kondogbia – poi preso ugualmente – e bloccato Joao Mario un anno fa a 13 milioni, prima che la cifra arrivasse a 45 milioni dopo gli Europei»..

UN NON EX – «Mirabelli è uno che ha fatto tutta la gavetta prima di arrivare all’Inter e adesso sta per andare al Milan, senza aver fatto tanto per essere considerato un “ex interista”, ma viene subito criticato addirittura prima della firma con il Milan e della rescissione con l’Inter. Facciamo andare avanti i raccomandati allora… Stimo Demetrio Albertini, ma doveva evitare quel: “Io non sono interista”. Non era il momento opportuno ed è intervenuto in una vicenda che non gli compete, perché non si tratta di una bandiera interista che sta andando al Milan. Il Milan fa un gran colpo prendendo Mirabelli come direttore sportivo».

Facebooktwittergoogle_plusmail