Crespo: “Inter, difendi de Boer anche se perde! Con Mancini…”

Articolo di
22 settembre 2016, 09:09
Crespo

Hernan Crespo – dopo aver parlato di Icardi -, ospite negli studi di “Calcio € Mercato” su Sportitalia, commenta la situazione attuale dell’Inter, che sembra aver ormai superato la crisi dopo il passaggio di consegne da Mancini a de Boer

HANDICAP INIZIALE – Da allenatore alle prime armi, Hernan Crespo sa quanto può essere difficile iniziare la stagione senza certezze: «L’Inter ha una rosa non importante, ma importantissima! E’ partita con l’handicap dell’allenatore quando Roberto Mancini è andato via e al suo posto è arrivato Frank de Boer. Sicuramente con Mancini è successo qualcosa, è stata un’estate travagliata. Chi meglio tra Mancini e de Boer? De Boer è qui da poco temo, non posso giudicare ancora. Mancini ha ottenuto risultati ovunque, non si discute».

FIDUCIA IN DE BOER – «La brutta figura fatta in Europa League? De Boer andava sostenuto prima e avrebbe dovuto esserlo anche se avesse perso contro la Juventus e l’Empoli. Prendere un allenatore straniero a una settimana dall’inizio ufficiale della stagione è una scelta azzardata, quindi non puoi metterlo in bilico subito: de Boer va sostenuto, la società ha fatto bene. Se l’Inter vuole puntare su de Boer e sullo sviluppo Settore Giovanile, va benissimo: ciò a prescindere dal risultato, ma de Boer sa che deve rientrare in Europa (intesa come Champions League.

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Andrea Turano
Nato nell’era Bagnoli, ma svezzato da Simoni, vive la sua vita in nero e azzurro. Parla di Inter ventiquattro ore al giorno, nel tempo libero si limita a scrivere, sempre di Inter. Sogna di lasciare un ricordo indelebile nella storia della Beneamata, come Arnautovic. E’ un tifoso sfegatato come tanti, ma obiettivo come pochi.