Corso: “Non credo all’Europa League per l’Inter”

Articolo di
30 aprile 2015, 09:04
Mario Corso

Mario Corso, campionissimo dell’Inter di Herrera, ha parlato a “Tuttomercatoweb” della gara disputata dall’Inter al “Friuli” di Udine contro la squadra di Stramaccioni. Partita che bisognava chiudere meglio e, soprattutto, prima:

PARTITA DA CHIUDERE – «Ha ragione Mancini: era una partita da stravincere che l’Inter ha rischiato di perdere», inizia Corso. «Soprattutto nel finale la squadra non ha giocato ed ha rischiato, anzi, di subire il pareggio nonostante avesse due uomini in più. La partita andava chiusa prima, tutto qui».

EUROPA LEAGUE – «La strada intrapresa è quella giusta ma all’Europa io non ci credo. Ogni volta che ne parliamo restiamo delusi. Vediamo cosa succede a fine stagione», prosegue Corso.

PODOLSKI – «Podolski era un giocatore vero fino a poco tempo fa. Le qualità le ha sempre avute e a Udine lo ha dimostrato anche se non è ancora il giocatore che tutti conosciamo».

KOVACIC – «Kovacic ha giocate interessanti ma se uno è bravo davvero fa grandi cose anche a 18 anni. Questo è il mio pensiero, magari con Mancini potrebbe migliorare», conclude Corso.