CorSera: Inter versione Babbo Natale, regali enormi alla Juve

Articolo di
17 maggio 2015, 07:32
inter-juventus

Fabio Monti, inviato del “Corriere della Sera”, ha analizzato la sconfitta dell’Inter contro la Juventus ieri sera al “Meazza”. Una squadra, quella di Mancini, in vena di clamorosi regali che i bianconeri hanno saputo sfruttare al massimo per portare a casa l’ennesima vittoria in questo torneo:

FORZAI regali dell’Inter non finiscono mai, sostiene Monti. Quando si spalanca la porta a chi è più bravo, alla fine si paga il conto. Questa Juventus ha la stessa forza che avevano, per restare in tema, la prima Inter di Mancini e quella di Mourinho. Il conto è salato perchè ora la qualificazione alla Europa League resta un miraggio.

MANCANZE – Una volta in vantaggio con Icardi, l’Inter non ha saputo chiudere la gara. Il minuto 39 come spartiacque: Brozovic segna un goal regolare che viene ingiustamente annullato e i ragazzi di Mancini rimettono in gioco la Juventus: goffo aggancio di Kovacic a centrocampo, palla a Medel che fa uno sciagurato passaggio all’indietro ad innescare Matri che viene steso in area da Vidic (graziato dall’arbitro solamente con un giallo): rigore e pareggio bianconero. Da quel momento l’Inter è crollata.

REGALO – L’ultimo regalo è stata la papera di Handanovic su tiro di Morata che ha permesso alla Juventus di portare a casa una vittoria che vale solo per la statistica. L’Inter ha continuato, quindi, nella sua “opera di bene” commettendo l’ennesima serie di errori che mette a dura prova la pazienza di Mancini, conclude Monti.

In effetti i regali ci sono stati eccome. Resta la sensazione di una mancanza di personalità nella squadra interista. Urge trovare rimedi per il prossimo anno.