Corradi: “Da Spalletti segnale all’Inter. Sabatini si dia da fare”

Articolo di
18 dicembre 2017, 00:52
Bernardo Corradi

Bernardo Corradi, ex attaccante passato per un brevissimo periodo all’Inter nell’estate del 2002, è stato ospite di “Domenica Premium” su Premium Sport. A suo avviso la sconfitta contro l’Udinese avrebbe mostrato delle mancanze a livello di organico che già da gennaio dovranno essere risolte.

SQUADRA DA RIFINIRE«Inter completa? A mio avviso no, anche perché poi Luciano Spalletti che manda in campo un ragazzino come Yann Karamoh a partita in corso anziché far entrare Éder Citadin Martins è il segnale evidente alla società che manca qualcosa. C’è stata anche piccola querelle con Piero Ausilio, che ha detto che questi giocatori sono fortissimi ed è difficile da migliorare, Spalletti ha risposto che bisogna sentire la società. Io credo che a Spalletti farebbe comodo qualche rinforzo, poi anche lì c’è il fair play finanziario da mettere a posto. Il fatto di investire nel mercato di gennaio con l’autofinanziamento porterebbe a giugno di mettere a bilancio dei soldi della Champions League, Walter Sabatini è bravo nelle plusvalenze e dovrà darsi da fare a giugno».






ALTRE NOTIZIE