Conterio: “Moratti con Suning, all’Inter serve davvero?”

Articolo di
2 ottobre 2016, 08:51
Marco Conterio

Marco Conterio ha pubblicato un editoriale per “TuttoMercatoWeb” nel quale esamina la possibilità di rivedere Massimo Moratti presidente dell’Inter. Ci sarebbero delle perplessità su questa ipotesi, perché con Suning al vertice adesso non sembrano più esserci le premesse per una presenza come quella dell’ex numero uno.

RITORNO COMPLESSO – “A volte ritornano. Massimo Moratti, magari pure Silvio Berlusconi già prima che ceda il passo. Entrambi, per Inter e Milan, hanno rappresentato la gloria, i successi. Un passato recente così bello che scrollarselo dalle spalle parrebbe sbagliato, a detta e impressione di molti. Anche e soprattutto dei cinesi. L’idea, anzi la richiesta, di Jindong Zhang di rivedere Massimo Moratti presidente è decisamente particolare. Serve davvero? Il petto e il cuore del tifoso, non può dire altrimenti. Ma serve, un’altra testa che decide, e che decisionista nel caso, all’Inter? Ha investitori dalla Cina, presidenza indonesiana e futura possibile guida italiana. Ha un agente iraniano, Kia Joorabchian, che è entrato così fortemente nelle vene di Suning da essere ascoltato alla stregua, se non oltre, Piero Ausilio. Che è pronto a rinnovare, forte dell’ottimo lavoro fatto in passato, ma si scordi l’autonomia che ne aveva sempre contraddistinto il lavoro. Un agente così forte è vantaggio ma anche fardello per un club e per un direttore sportivo che vorrebbe, e che pure dovrebbe, decidere”.

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.

Riccardo Spignesi

Studente (ancora per poco) all’Università Statale di Milano. Redattore anche per SpazioCalcio.it e BetClic, estremamente fissato con il calcio.