Condò: “Esonero de Boer, non d’accordo. Inter, Pioli il migliore”

Articolo di
2 novembre 2016, 00:05
Paolo Condò

Il giornalista di Sky Sport Paolo Condò è stato ospite del programma “L’Originale”. Critico il suo commento sull’esonero di Frank de Boer, arrivato questa mattina, ma ora che l’olandese è stato mandato via l’Inter per lui dovrebbe puntare su un allenatore italiano.

TROPPA FRETTA«Io non sono per nulla d’accordo con questo esonero, e non ero d’accordo col fatto di prende un allenatore come Frank de Boer a dodici giorni dall’inizio del campionato, però una volta che lo prendi lo devi sostenere. A proposito della gestione disciplinare è vero che lui è stato duro e ha preso delle decisioni insolite, come la sostituzione di Geoffrey Kondogbia, però Marcelo Brozović le ultime tre partite dopo la punizione le ha giocate in maniera crescente e stava entrando molto bene dentro al gioco di de Boer, quindi nel suo caso era servita questa punizione. Certo, anch’io al posto di de Boer avrei parlato inglese o meglio spagnolo, però anche questo era un segnale di come lui non intendesse questa sua partecipazione all’Inter come una cosa momentanea. L’Inter non ha un’idea di calcio olandese, ma proprio perché ha preso questa decisione sarebbe stato più serio portarla avanti più tempo, non poco».

SUCCESSORE«A questo punto della stagione devi prendere un allenatore italiano, quindi Stefano Pioli è l’opzione migliore, facendogli un contratto fino al termine della stagione con rinnovo automatico se riesce a guadagnare la Champions League. La cosa che io raccomando di non fare è prendere un allenatore perché c’è un procuratore che lo suggerisce, mi riferisco a Kia Joorabchian che è molto vicino alla proprietà. Se fai prendere l’allenatore dal procuratore fatalmente quello prenderà giocatori solo dalla scuderia dello stesso procuratore. Molta stima per Guus Hiddink ma non ha mai allenato in Italia».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.

Riccardo Spignesi

Studente (ancora per poco) all’Università Statale di Milano. Redattore anche per SpazioCalcio.it e BetClic, estremamente fissato con il calcio.