Compagnoni: “Pioli e gli obblighi agli esterni. Dov’è Ansaldi?”

Articolo di
21 novembre 2016, 20:16
Compagnoni

Stefano Pioli ha esordito sulla panchina nerazzurra pareggiando 2 a 2 nel derby contro il Milan. Maurizio Compagnoni di “Sky Sport” ha parlato dei cambiamenti nell’Inter e di cosa è stato fatto bene e cosa male nel match di ieri

PARTITA – «Pioli ieri ha deciso di arretrare Medel e di giocare con il doppio mediano per dare maggiore protezione alla difesa. Una volta uscito per infortunio il cileno le distanze sono venute meno. Inoltre è cambiata l’interpretazione del ruolo degli esterni offensivi. Candreva e Perisic sono stati infatti quasi obbligati ad accentrarsi. Il primo, anche per “esperienza” era più abituato a farlo, il croato è più un esterno».

TOP E FLOP – «Bene anche la doppia reazione ai due gol del Milan. Ci sono però anche delle cose che non funzionano come Ansaldi. Ieri ho visto la brutta copia del giocatore ammirato allo Zenit e a Genova».