Compagnoni: “Inter, Spalletti sta facendo capolavoro. Icardi…”

Articolo di
19 ottobre 2017, 01:16
Compagnoni

Intervenuto a Sky Sport 24 il giornalista Maurizio Compagnoni ha effettuato un’analisi di Napoli e Inter a tre giorni dall’anticipo della nona giornata di Serie A in programma al San Paolo. Questo il suo confronto fra Maurizio Sarri e Luciano Spalletti nonché fra Lorenzo Insigne e Mauro Icardi.

ALLENATORI ALLO SPECCHIO«Sia Maurizio Sarri sia Luciano Spalletti, pur attraverso strade diverse, vogliono un calcio propositivo. L’Inter ha più fisicità, punta più sull’aspetto fisico e di conseguenza prova a sfondare sugli esterni, con due esterni come Antonio Candreva e Ivan Perišić che trovano anche la porta ma cercano soprattutto di mettere i compagni in condizione di battere a rete. Ha un centrocampo molto fisico e ovviamente non può fare il tiki-taka che fa Sarri, perché con Roberto Gagliardini, Matías Vecino e lo stesso Borja Valero è chiaro che scegli di arrivare nei pressi dell’area avversaria attraverso strade diverse. Spalletti sta facendo un capolavoro».

ATTACCANTI CHIAVE«Più importante Lorenzo Insigne o Mauro Icardi? Direi che pesa più Icardi per l’Inter, perché se non ci fosse stato l’infortunio di Arkadiusz Milik avrebbe potuto giocare Milik centravanti e Dries Mertens ala sinistra. In questa situazione, mancando Milik, è chiaro che se dovesse mancare Insigne sarebbe un problema enorme per il Napoli, così come se dovesse prima o poi saltare una partita per squalifica Icardi sarebbe un grosso probema, l’Inter in rosa non ha un altro centravanti o meglio ce l’ha ed è molto bravo ma è un ragazzino, Andrea Pinamonti, perché Éder Citadin Martins sarebbe adattato».