Chi sbaglia paga: dopo Bolingbroke tutti a rischio – CorSera

Articolo di
7 novembre 2016, 14:03
Bolingbroke Suning

Secondo il “Corriere della Sera” l’arrivo all’Inter di Stefano Pioli non rafforzerà le posizioni di Piero Ausilio e Giovanni Gardini che, come successo a Michael Bolingbroke, perderanno il posto nel caso in cui il tecnico dovesse fallire.

VIETATO SBAGLIARE – L’ormai ex amministratore delegato dell’Inter, braccio destro di Erick Thohir, ha pagato caramente la scelta di sostituire Roberto Mancini con Frank de Boer a una decina di giorni dall’inizio del campionato, una mossa che potrebbe aver irrimediabilmente compromesso la stagione dei nerazzurri. Lo stesso destino toccherà anche a Gardini e Ausilio se la squadra non dovesse risollevarsi sotto la guida del nuovo allenatore, scelto dalla proprietà proprio sotto il consiglio dei due dirigenti. Ma non è tutto perché anche il loro consulente Kia Joorabchian sarebbe uscito ridimensionato da questa tre giorni di casting a causa del suo (presunto ndr.) appoggio a Marcelino, inizialmente super favorito ma superato al fotofinish da Pioli a causa di una serie di pretese che, secondo il quotidiano, lo spagnolo avrebbe avanzato, infastidendo la delegazione Suning e portando così lo stesso agente anglo-iraniano a cambiare idea.

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Riccardo Melis

Riccardo Melis

Riccardo Melis (Cagliari, 1990), studente universitario quasi laureato (si spera) in Scienze della Comunicazione; adora leggere, parlare e sopratutto scrivere di calcio e cinema. Tifoso dell’Inter da quando aveva otto anni, ha superato brillantemente i suoi primi anni di tifo, più neri che azzurri, senza che la sua fede verso questi colori fosse scalfita di una virgola.