CdS: Icardi, cifre in calo e difficoltà a entrare nel gioco

Articolo di
25 novembre 2015, 10:36
Mauro Icardi Inter

Il “Corriere dello Sport” dedica un focus a Mauro Icardi. Se l’Inter vola l’argentino vive un momento di flessione soprattutto a livello di coinvolgimento nella squadra. Con quattro gol comunque è il miglior marcatore dell’Inter.

INVOLUZIONE – L’Inter è in testa alla classifica, ma l’attacco è il reparto che sta soffrendo di più, gara col Frosinone a parte. Uno dei fattori delle difficoltà del reparto offensivo è sicuramente il momento di flessione che sta vivendo Mauro Icardi.

MENO GOL – Il “Corriere dello Sport” presenta i numeri della punta argentina. Contro il Frosinone Icardi ha rotto un digiuno che durava da circa un mese e con quattro gol è comunque il capocannoniere dell’Inter, ma rispetto allo scorso anno le sue cifre sono in netto calo. Rispetto al 2014/2015 Icardi ha segnato tre reti in meno, che diventano addirittura sette contando l’Europa League.

POCO COINVOLTO – Ma Icardi ha soprattutto difficoltà a entrare nel gioco di questa Inter. Rispetto ai pari ruolo di altre squadre l’argetino fa meno cross, meno dribbling, meno passaggi e meno sponde. Non ha perso però la cattiveria sotto rete: Icardi è andato a segno quattro volte con quattordici tiri, di cui otto in porta.

SCARSA INTESA – Alla base di questa difficoltà ad amalgamarsi con la squadra c’è la scarsa intesa con Jovetic. I due non parlano la stessa lingua calcistica e sembrano anche avere due caratteri difficili da conciliare. Questo scarso feeling non sta giovando a nessuno.