CdS: Brozovic cresce e fa gola alle big europee

Articolo di
17 dicembre 2015, 09:56
brozovic

Il “Corriere dello Sport” si concentra su Marcelo Brozovic. Il croato, reduce da due gol consecutivi, si è adattato, sta dimostrando tutto il suo valore e coi suoi ventitrè anni è considerato un giocatore importante per il progetto.

MARCHIO DI FABBRICA – Il gol alla Brozovic sta diventando un marchio di fabbrica. Quel destro a giro sul secondo palo che ha reso famoso Del Piero piace molto al croato che lo prova spesso in allenamento sfidando anche i compagni. Contro Udinese e Cagliari gli è riuscito anche in partita, due volte in tre giorni.

GIOCATORE CHIAVE – Brozovic all’inizio ha faticato ad adattarsi alla nuova realtà. Mancini lo ha gestito tanto che neppure adesso è un titolare inamovibile, ma la fiducia nel croato è massima e lui sta iniziando a ripagare. Dal 22 novembre ha segnato tre gol in cinque partite. Il tecnico considera Brozovic un giocatore chiave per il progetto, perchè giovane e con molti margini di crescita, vuole farlo maturare con calma e soprattutto tenerselo stretto.

OSSERVATORI – Su Brozovic intanto stanno mettendo gli occhi gli osservatori delle big. Gli scout internazionali arrivano al Meazza non solo per Icardi e Murillo, ma anche per lui. Barcellona, Siviglia, Tottenham, Arsenal, Chelsea. Brozovic è arrivato all’Inter per otto milioni (tre per il prestito di diciotto mesi e cinquie di riscatto) e ora vale il doppio se non il triplo. In Inghilterra parlano di un affondo dell’Arsenal già per gennaio, ma per far traballare l’Inter servirebbe un’offerta di trenta milioni.

L’INPUT DI MANCINI – L’Inter ha iniziato a seguire Brozovic prima del Mondiale, ma ha affondato il colpo su input di Mancini dopo che il tecnico lo aveva visionato in Italia-Croazia a San Siro. I buoni rapporti con la Dinamo Zagabria, la sponda di Kovacic e la mediazione di Pastorello hanno creato un canale favorevole quando sul giocatore c’erano Milan e Napoli. Intanto Brozovic è diventato anche un fenomeno virale: la sua posa con le dita sul mento fa tendenza ovunque.