Carbone punta sull’Inter: “A breve sui palcoscenici che merita”

Articolo di
10 giugno 2015, 20:57

L’ex nerazzurro Benny Carbone si dichiara fiducioso che l’Inter tornerà a breve protagonista, la sua convinzione si basa sulla fiducia nel lavoro e nelle capacità di Roberto Mancini e Piero Ausilio.

Benny Carbone ha analizzato la situazione e le prospettive dell’Inter in un lungo intervento su NapoliMagazine.com. L’ex attaccante nerazzurro scommette sul futuro dell’Inter basandosi sulla fiducia in Mancini e Ausilio ma il suo intervento, di cui vi riportiamo alcuni degli stralci più significativi, si apre con una dichiarazione d’amore per i colori nerazzurri: “Tutta la mia famiglia è da sempre tifosa dell’Inter, e con tutta onestà posso assicurarvi che ogni volta che sono presente a San Siro, o ad Appiano, mi sento a casa. E questo é sempre, per me, motivo di grande orgoglio. La stagione appena chiusa, non é stata esaltante, ma sono certo che quello passato sia stato un anno di transizione, molto importante e che in breve tempo troveremo l’Inter sui palcoscenici che merita”.

MANCINI IL PUNTO FERMO- Come accennato in precedenza, la fiducia di Carbone si basa in primo luogo su Roberto Mancini. L’ex nerazzurro conosce personalmente il tecnico di Jesi e ha grande fiducia nelle sue doti e nella sua esperienza, sottolineando anche il peso avuto da Mancini nella costruzione dell’Inter di Mourinho: “Conosco il “Mancio” ed é lui la prima certezza. Un progetto, un progetto vero, non può prescindere da un allenatore con la A maiuscola, e Roberto che ho avuto spesso modo di vedere allenare ad Appiano, è uno dei veri pochi Top Manager in circolazione. Allena con voglia, passione, e riesce a trasmettere le proprie convinzioni a tutto l’ambiente. Ha esperienza in Top Club e l’appeal che solo i grandissimi allenatori hanno. Sono convinto che l’Inter del Triplete, quello che ha fatto sognare milioni di tifosi, e che è stata portata da Mourinho sul tetto d’Europa, affondi le proprio radici nel lavoro che Mancini aveva svolto su quella squadra”.

PIERO AUSILIO UN ALTRO TASSELLO IMPORTANTE- Un progetto vero e proprio non può essere basato solo su un allenatore, per quanto bravo sia, infatti Carbone ammette anche l’importanza del direttore sportivo Piero Ausilio: “Ho conosciuto Ausilio personalmente e posso tranquillamente affermare che è uno dei migliori manager che ci sono in circolazione. Ausilio è all’Inter da una vita: conosce l’ambiente, perché é stato prima responsabile del settore giovanile, ed ha successivamente portato la società nerazzurra a centrare risultati molto importanti surclassando in diverse occasioni i cugini del Milan che negli anni precedenti erano stati abituati a farla da padroni. Piero è uomo di calcio, ed è uomo che si è costruito da solo, partendo dal basso, precisamente dal settore giovanile della Pro Sesto, squadra che ho allenato quest’anno, e solo con il lavoro, e con la competenza, ha raggiunto con merito la posizione che ricopre attualmente”.