Caputi: “Cinesi senza cultura calcistica! L’Inter prenda Reja o…”

Articolo di
5 novembre 2016, 19:24
Massimo Caputi

Massimo Caputi – giornalista e responsabile della redazione sportiva del “Messaggero” -, intervenuto durante la trasmissione “Lui è peggio di me” sulle frequenze di TMW Radio, commenta il tortuoso periodo in casa Inter promuovendo la candidatura di due tecnici italiani: il solito Pioli e l’outsider Reja

CINA NO, ITALIA SI – Anche Massimo Caputi attribuisce le colpe ai vertici alti nerazzurri: «Quando ci sono situazioni come quella dell’Inter, le responsabilità sono della società, che non ha un’identità precisa: Erick Thohir, che ora è in quota di minoranza, ha preso decisioni importanti. Questa difficoltà non è solo dovuta al passaggio di quote e dirigenti, ma anche al fatto che arrivino dalla Cina, Paese dove non c’è tradizione calcistica. Frank de Boer non conosceva il nostro calcio ed è stato cambiato per mancanza di risultati e prestazioni. Siamo ancora al balletto, se l’Inter volesse limitare i danni senza buttare la stagione dovrebbe affidarsi a un tecnico italiano che non dovrebbe pagare lo scotto della nuova realtà. Non capisco perché ci mettano tutto questo tempo, il problema è trovare il tecnico che vuol stare fino a giugno. Io prenderei Stefano Pioli o Edy Reja. Serve uno pratico: uno che fa le cose semplici e facili».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Andrea Turano
Nato nell’era Bagnoli, ma svezzato da Simoni, vive la sua vita in nero e azzurro. Parla di Inter ventiquattro ore al giorno, nel tempo libero si limita a scrivere, sempre di Inter. Sogna di lasciare un ricordo indelebile nella storia della Beneamata, come Arnautovic. E’ un tifoso sfegatato come tanti, ma obiettivo come pochi.