Capuano: “Mi aspettavo segnale di sfida dall’Inter. Sabatini…”

Articolo di
14 luglio 2017, 00:14
Giovanni Capuano

Ospite di “YouPremium Mercato” su Premium Sport, il giornalista Giovanni Capuano ha commentato le vicende di calciomercato degli ultimi giorni e il probabile acquisto di Leonardo Bonucci da parte del Milan, sottolineando come i rossoneri abbiano di fatto sorpassato l’Inter anche nella rivalità con la Juventus. Ora ci si attende una risposta da parte di Piero Ausilio e Walter Sabatini.

DERBY FUORI DAL CAMPO«Io un segnale di sfida me lo aspettavo dall’Inter di Suning: a gennaio, quando l’Inter sfida la Juventus per prendere Roberto Gagliardini, tutti dicono che dava il segnale di forza. Questo segnale l’ha fatto il Milan, alzi la mano chi l’avrebbe scommesso due mesi fa. Io credo che domani è attesa la prima conferenza di Walter Sabatini, sottolineo quest’anomalia per cui il capo azienda tecnico dell’Inter da due mesi non ha ancora spiegato che idea di Inter ha in testa, è uno dei motivi per cui i tifosi dell’Inter fanno fatica a capire. C’è un attimo di sfasamento, però domani Sabatini dovrà essere molto convincente per mille motivi, è vero che il mercato finisce al 31 agosto e c’è tempo per fare tutto ma i tifosi dell’Inter hanno vissuto un inverno aspettando un’estate che dovesse essere scoppiettante, gliene hanno anche raccontate tante che non avevano senso di essere. C’è molta differenza tra quello che doveva essere e la realtà, le parole di Luciano Spalletti dell’altro giorno sono anche un campanello d’allarme, non può far finta di non aver sentito che le promesse sono state fatte e non erano Borja Valero e Milan Škriniar. Non possono essere i colpi importanti di una squadra che deve avere tre-quattro uomini diversi. Provare a spiegare ai tifosi che si può vendere Ivan Perišić qualche dubbio lo fa venire».