Capuano: “Mancini faccia fare il salto all’Inter. Icardi…”

Articolo di
6 agosto 2016, 08:50
Capuano

Il giornalista Giovanni Capuano, ospite di “Speciale Calciomercato” su Sportitalia, ha commentato l’amichevole che l’Inter ieri ha perso per 6-1 contro il Tottenham, dando alcune colpe alla tenuta della squadra nell’arco dei novanta minuti e altre a Roberto Mancini. Per quanto riguarda Gabigol sarebbe meglio usarlo come spalla di Mauro Icardi, non come sostituto.

RIMPIAZZO SBAGLIATO«Su Gabigol se si pensa che si possa fare un investimento su questo giocatore per liberare Mauro Icardi per me si sbaglia. I soldi che si sentono dire di Icardi sono troppi, se esiste quell’offerta io ho qualche dubbio su quei numeri e Icardi andrebbe ceduto ieri, non domani. L’Inter per prima ha l’assoluto bisogno di arrivare seconda o terza, il primo posto lo do già alla Juventus, in ballo non ci sono trenta milioni ma un secondo posto ne vale sessanta o settanta. Se tu dai al Napoli il tuo miglior attaccante senza neanche avere un sostituto ti metti in difficoltà, non hai fatto secondo me un’operazione giusta».

TRACOLLO INCONCEPIBILE«Io oggi la partita l’ho vista, nel primo tempo onestamente a me l’Inter non è dispiaciuta, era anche la prima volta che giocavano insieme buona parte di quelli che dovrebbero essere i titolari, ha fatto vedere anche cose interessanti. Nel secondo tempo, non mettendo dentro le riserve e i Primavera fino al 75′, onestamente è stata una figuraccia, una cosa inguardabile, è quasi difficile da giudicare. Io credo che Roberto Mancini non abbia contribuito a rendere sereno l’ambiente dell’Inter in quest’estate, ho sostenuto che secondo me a un certo punto lui aveva anche un fondo di ragione, perché è impossibile che non ci sia un legame stretto fra allenatore, società e proprietà, cosa che all’Inter in quest’estate è mancata totalmente. Detto questo poi lui le risposte le deve dare in campo e mi sembra che oggi ci sia un paradosso in controluce fortissimo tra l’Inter, che teoricamente dovrebbe avere tutti gli strumenti per fare una buona stagione e ha delle difficoltà, e il Milan, che sta andando avanti in mezzo a mille casini e ha un allenatore che sta comunque mettendo in campo una squadra dignitosa, pur non essendo fatta per lui. È arrivato il momento che questo salto lo faccia».

Facebooktwittergoogle_plusmail