Canuti: “Ieri mi aspettavo di più. Kondogbia? Può fargli bene”

Articolo di
26 settembre 2016, 14:39
Kondogbia

Nazzareno Canuti è stato intervistato da “TuttoMercatoWeb” per parlare della prestazione dell’Inter di ieri e della scelta da parte del tecnico Frank de Boer di sostituire Geoffrey Kondogbia dopo poco meno di mezz’ora.

CAMBIO GIUSTO – L’ex difensore è convinto che il cambio possa essere uno stimolo per il francese che però dovrà essere bravo a sfruttare la sua rabbia per migliorare: «Gli allenatori a volte aspettano la fine del primo tempo per cambiare, ma in alcune situazioni va bene anche intervenire prima se il giocatore non è in giornata. Non è una vergogna, non ci trovo niente di scandaloso. Trovo più ingiusto far giocare l’ultimo minuto e basta ad un calciatore… Se un calciatore fa male ciò che dovrebbe fare è inutile tenerlo in campo. Rischio di perderlo? Non credo, non è un ragazzino al debutto. Certo, ora deve apprendere subito. Credo che quanto accaduto ieri gli possa far bene. Per ora è una delusione. Non parlo della cifra sborsata per acquistarlo, dico solo che l’Inter sta provando a credere in lui. Per ora non sta avendo ragione ma non è detto che in futuro la situazione non possa migliorare. Ripeto, magari potrà avere una reazione positiva. La partita? Dopo le vittorie con Juve e Empoli ci si aspettava di più. Quando ci sono anche poche occasioni da rete occorre essere concreti, devi sfruttarle».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Riccardo Melis

Riccardo Melis

Riccardo Melis (Cagliari, 1990), studente universitario quasi laureato (si spera) in Scienze della Comunicazione; adora leggere, parlare e sopratutto scrivere di calcio e cinema. Tifoso dell’Inter da quando aveva otto anni, ha superato brillantemente i suoi primi anni di tifo, più neri che azzurri, senza che la sua fede verso questi colori fosse scalfita di una virgola.