Candreva:”L’anno scorso ero moscio, non ero più io”

Articolo di
14 settembre 2016, 10:09
Candreva Antonio

Il “Corriere dello Sport” riporta uno sfogo di Antonio Candreva. Intervenuto in radio l’esterno nerazzurro non ha risparmiato frecciate alla Lazio, da cui si è sentito delegittimato nell’ultima stagione.

VIA LA FASCIA – Intervenuto a Radiosei Candreva ha parlato dei suoi problemi con la Lazio nell’ultima stagione. Come riporta il “Corriere dello Sport” tutto è cominciato quando Pioli gli ha tolto la fascia di capitano: «Non ho mai nascosto di esserci rimasto male per la fascia, pensavo di meritarla. C’erano delle altre persone per anzianità, ma quando mi hanno detto che era Biglia il capitano ho rifiutato il ruolo di vice. Eravamo in ritiro in Germania, Pioli mi prese da parte dicendo che voleva che facessi il vice capitano, rifiutai. Magari non è stata una scelta solo del mister, forse ha scelto qualcun altro e lui si è preso la responsabilità».

STAGIONE DIFFICILE – Candreva ammette di aver vissuto una stagione sotto tono: «Nell’ultima stagione ero un po’ moscio, lo ammetto. Avevo perso qualcosa a livello inconscio, non ero più io. Ho capito che c’era qualcosa che non andava. Fino all’anno scorso ero incedibile, da quest’anno non lo ero. Sono arrivate delle proposte e la Lazio mi ha venduto. Non lo so, magari doveva fare cassa. Negli anni sono sempre arrivate delle richieste e non le hanno mai prese in considerazione. Io volevo diventare un punto di riferimento, non me lo hanno mai permesso».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Giulio Di Cienzo

Giulio Di Cienzo

Giulio Di Cienzo, nasce a Milano e si costruisce negli anni una passione per il calcio equamente divisa tra razionalità e passione. La parte più calda sta in Sudamerica, l’unico tifo è per l’inter.