Calamai: “Napoli in pole Scudetto, ma l’Inter c’è”

Articolo di
1 dicembre 2015, 09:12
calamai

Dalle colonne della “Gazzetta dello Sport”, Luca Calamai commenta il big match di ieri sera fra Napoli e Inter definendo le due squadre come favorite per la vittoria finale dello Scudetto e paragonando un Higuain imprendibile ad un Icardi in crisi d’identità.

INTER IN PRIMA FILA – «In pole-scudetto c’è il Napoli ma in prima fila c’è anche l’Inter. La notte del San Paolo si trasforma in un formidabile spot per il calcio italiano. Gol, pali, emozioni, un’intensità degna dei migliori campionati europei. Non siamo più un prodotto di seconda fascia, l’abbiamo dimostrato sul campo».

NAPOLI “LEPRE” DEL TORNEO – «Vince il Napoli perché ha un mostruoso Higuain e una squadra con giocatori importanti. Ieri l’altro fenomeno era tra i pali: Reina. Maurizio Sarri si rassegni. Dopo il successo sui nerazzurri e il primo posto solitario in classifica il suo “lo scudetto è una parola impronunciabile” non è più sostenibile. Il Napoli ora è la lepre del torneo e il punto di riferimento per tutte le aspiranti al titolo».

INTER A TESTA ALTA – «L’Inter esce a testa alta. I difetti sono quelli di sempre. C’è poca qualità nella partenza del gioco. Ma l’assalto finale, i due pali, la voglia di non arrendersi pur in inferiorità numerica sono messaggi importanti. E Ljajic sta sbocciando. Ha classe, freschezza e la sana presunzione di chi ha qualcosa in più. Anche i nerazzurri meritano di diritto un posto al tavolo dello scudetto. Magari chiarendo in fretta alcuni equivoci. Se da una parte c’è un Pipita imprendibile, dall’altra c’è un Icardi in crisi d’identità. La sensazione è che, quando il gioco si fa duro, la squadra nerazzurra sia più a suo agio attaccando senza un punto di riferimento centrale».