Cagliari, Giulini e Filucchi hanno ancora azioni dell’Inter – TS

Articolo di
13 ottobre 2016, 13:21
Giulini

Quella tra Inter e Cagliari non sarà una sfida come tutte le altre per Tommaso Giulini e Stefano Filucchi, rispettivamente presidente e vice presidente del club sardo. Questo il racconto che si legge su “Tuttosport”.

GIULINI«C’erano una volta gli interisti Tommaso Giulini e Stefano Filucchi. I quali, in realtà, il dna nerazzurro non l’hanno cancellato, per carità. Solo che ora hanno in mente soprattutto il Cagliari. Giulini, naturalmente, è il presidente del congiunto rossoblù da quando nel 2014 è subentrato all’ex presidente Cellino. Prima di diventare il numero uno del Cagliari, però, sedeva nel Cda dell’Inter. Attraverso l’azienda di famiglia, il gruppo Fluorsid, dal 2005 al 2013 (quando il patron dell’Inter era Massimo Moratti naturalmente? è stato in possesso all’incirca dell’11% delle azioni del club nerazzurro. Poi è arrivata l’occasione di tentare l’avventura da solo, scrivere il proprio nome nella storia del club sardo. Così Giulini si è disfatto delle sue quote nerazzurre. Non tutte, però. Il nome del presidente del Cagliari figura ancora nell’elenco dei piccoli azionisti del club di Corso Vittorio Emanuele. Con molte meno azioni (5070), Il cordone ombelicale diciamo che non è stato reciso del tutto.

FILUCCHIDiscorso analogo si potrebbe fare anche per Stefano Filucchi. Lui è stato per tanto tempo uno degli uomini più vicini a Massimo Moratti. Dirigente dell’Inter a partire dal 20013, prima con un ruolo da Direttore delle Relazioni Istituzionali e Sicurezza, poi come Vice Direttore Generale, braccio destro di Paolillo. Ha anche avuto un ruolo come dirigente in Saras, alle Relazioni Esterne. Uno degli assistenti più fidati di Moratti, appunto. Con l’uscito dello storico patron dell’Inter, però, anche la presenza di Filucchi nel club è venuta meno. Così, nel 2014, anche lui è approdato al Cagliari, dove attualmente ricopre la carica di vice presidente. Solo che anche per Filucchi il legame non è stato del tutto interrotto. Esattamente come il proprio presidente, pure il nome del vice compare nella lista dei piccoli azionisti dell’Inter. Quelle di filucchi sono un migliaio, quantità minima che pure stanno lì a testimoniare come la spina dorsale del club rossoblù in realtà sia rimasta nerazzurra dentro».

Facebooktwittergoogle_plusmail