Burgnich: “Moratti serve all’Inter, spero ritorni”

Articolo di
8 settembre 2016, 19:26
burgnich-thohir

L’ex difensore nerazzurro si augura il ritorno di Moratti in società e ha parlato dell’addio di Mancini, di Frank de Boer e delle prospettive per l’Inter cinese

Intervistato da TMW Radio, l’ex bandiera dell’Inter Tarcisio Burgnich ha così commentato le voci sul possibile ritorno in società di Massimo Moratti: «Speriamo che possa ripensarci e tornare a capo della società. L’ho chiamato tempo fa, al club serve una figura come la sua».

L’ADDIO DI MANCINI«Bisogna capire se la dirigenza accettava le sue richieste. Lui aveva chiesto determinati calciatori, che il club non ha preso».

LA NUOVA SOCIETA’- «A volte non servono nemmeno i soldi, ma una società solida. Anche il Milan traballava in precedenza, quando ce ne erano 3-4 personaggi che parlavano. In un club deve esserci presidente, un allenatore e un manager. Se ci sono cinque persone che danno una opinione, salta tutto. Poi i calciatori giocano senza fare gruppo».

FRANK DE BOER- «Il mister può essere bravo quanto volete, ma bisogna che ci sia la società. Se c’è qualcuno con carattere, si può fare bene. Serve sempre il trio presidente, allenatore e manager per fare bene. Altrimenti si fa davvero fatica».

MORATTI- «Spero che possa tornare Moratti, con lui c’era la società anche se ultimamente le cose erano state lasciate andare. È importante avere un contatto diretto tra presidente, manager e allenatore. Senza questa condizione, difficilmente arriveranno i risultati. Serve gente come Allodi e Moggi, che facevano da tramite tra società a allenatore».

LA PROSSIMA COL PESCARA- «Tante squadre giocano bene, poi prendono quattro gol. L’Inter è indietro come allenamenti e quadratura della squadra, mi auguro che si riesca a conquistare un risultato. Per dare tranquillità anche al mister, altrimenti potrebbero crearsi nuove crepe».