Bucchioni: “Zanetti vuole Simeone! Inter, gli anti-de Boer…”

Articolo di
21 ottobre 2016, 23:41
bucchioni

Enzo Bucchioni – giornalista ed ex Direttore di “Quotidiano Sportivo” – nel suo consueto editoriale per il portale “Tutto Mercato Web”, analizza le ultime vicende di casa Inter: dalla vittoria europea al caso Icardi, passando per la panchina di de Boer in bilico e il sogno Simeone

TUTTI ZITTI, DE BOER IN DISCUSSIONE – “La vittoria in Europa League sul Southampton serve solo a far stare zitti per qualche giorno ‘quelli che mandiamo via Frank de Boer‘. L’Inter ha giocato male anche vincendo, paradossalmente ha fatto meglio in alcune partite perse, ma non è questo il problema. Ai soloni del nulla vorrei fare una domanda: ma si può mettere in discussione un allenatore arrivato il 10 agosto, senza conoscere il campionato italiano e la nostra lingua? La logica dice no, ma da qualche tempo la Milano calcistica invece di ragionare, parteggia. Fra i milanisti ci sono le vedove di Adriano Galliani e i Galliani boys che aspettano solo il fallimento della cordata cinese per sperare che il loro AD luminoso (ogni riferimento alla pelata è puramente casuale) possa in qualche modo restare”.

DUE PARTITI PER LA PANCHINA – “Una cosa simile sta accadendo alla Milano nerazzurra. C’è il partito degli anti-de Boer a prescindere, e il partito di quelli che, pilotati dal folto gruppo degli argentini, Vice Presidente (Javier Zanetti, ndr) compreso, stanno tifando per Diego Pablo Simeone. Nostalgia pura. Interessi, amicizie e potere. Simeone di sicuro è un ottimo allenatore, all’Atletico Madrid ha fatto benissimo, ma vi piace davvero così tanto il calcio giocato dagli spagnoli? Ma l’Inter, con Massimo Moratti in testa, non è sempre stata la squadra del bel gioco e dello spettacolo? Comunque la situazione è pirandelliana. De Boer andrebbe protetto di più e lasciato lavorare. Qualcuno dovrebbe spiegare ai cinesi che, prima di comprare altri giocatori e cambiare allenatori, dovrebbero preoccuparsi di organizzare la società, di farla diventare fortissima negli uomini e nell’organizzazione. Il povero, bravissimo, Piero Ausilio è un altro uomo solo”.

DILETTANTISMO INTER, MALE ANCHE ANCELOTTI – “L’affare Mauro Icardi è la prova provata di un dilettantismo che resiste e persiste. Ma come fa un Vice Presidente come Zanetti a dare in pasto agli ultrà (e dico ultrà) un giocatore, il capitano, pochi minuti prima di una partita? Icardi ha sbagliato, ma non è il solo. E poi, tornando al discorso, cacciare de Boer oggi vorrebbe dire buttare via un’altra stagione. Con questa squadra e questa situazione forse non riuscirebbe a far meglio neppure Carlo Ancelotti (ad esempio), l’allenatore più bravo in circolazione. Almeno per me”.

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Andrea Turano
Nato nell’era Bagnoli, ma svezzato da Simoni, vive la sua vita in nero e azzurro. Parla di Inter ventiquattro ore al giorno, nel tempo libero si limita a scrivere, sempre di Inter. Sogna di lasciare un ricordo indelebile nella storia della Beneamata, come Arnautovic. E’ un tifoso sfegatato come tanti, ma obiettivo come pochi.