Bucchioni: “L’Inter ora ha proprietà seria. Chapeau a de Boer”

Articolo di
24 settembre 2016, 23:43
Enzo Bucchioni

Enzo Bucchioni è l’ospite di stasera del programma “Microfono Aperto”, approfondimento di “Radio Sportiva” che prevede l’interazione con gli ascoltatori. Parlando dell’Inter ha fatto i complimenti a Frank de Boer per come ha superato l’inizio difficile e ha elogiato i movimenti della nuova proprietà, Suning.

SOCIETÀ FUNZIONANTE«Frank de Boer è stato massacrato, in Italia siamo dei provinciali assoluti, non gli abbiamo nemmeno dato il tempo di sedersi sulla panchina dell’Inter, anche perché è stato un po’ traumatico l’addio di Roberto Mancini a dieci giorni dall’inizio del campionato. L’Inter girava attorno a questo nome da quando Erick Thohir ha preso la presidenza, lo volevano dai tempi di Walter Mazzarri e non mi spiego perché non l’abbiano preso al tempo, ora è arrivato e dimostra qualità e intelligenza. L’Inter non è ancora al top però ha la personalità di chi vuole imporre il gioco, stanno iniziando a funzionare le cose e credo che andranno sempre meglio, anche perché ha una proprietà solida alle spalle che ha stanziato una somma importantissima come premio scudetto, andrebbero ai giocatori trecentomila euro a testa. Se questa proprietà ha certi obiettivi vuol dire che è seria, per i tifosi il peggio è passato. Thohir era solo un sistematore, finalmente si vede il sereno e si vede un progetto calcistico, merito anche di de Boer che è un allenatore intelligente. Chapeau a lui e al lavoro che ha fatto in un mese, anche per aver provato a parlare in italiano».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.

Riccardo Spignesi

Studente (ancora per poco) all’Università Statale di Milano. Redattore anche per SpazioCalcio.it e BetClic, estremamente fissato con il calcio.