Bucchioni: “Inter senza n. 10, a gennaio va su Ozil o altri 4″

Articolo di
22 settembre 2017, 01:54
Enzo Bucchioni

Enzo Bucchioni – giornalista ed ex Direttore di “Quotidiano Sportivo” -, nel consueto editoriale per il portale “Tutto Mercato Web”, affronta l’argomento Inter focalizzandosi sul problema creatosi sulla trequarti al termine del mercato estivo: pochi nomi spendibili in rosa, tante suggestioni per gennaio

MANCA IL TREQUARTISTA – “L’Inter è stata frenata dai commercialisti. Fair Play Finanziario e cinesi anche loro d’improvviso con il braccino, hanno fermato a metà il mercato di Walter Sabatini e Piero Ausilio. E’ evidente come questa Inter sia incompleta. Non faccio drammi dopo un pareggio, per me i nerazzurri daranno fastidio a Juventus e Napoli, ma Luciano Spalletti non può far miracoli. Sta dando un gioco e una mentalità, di sicuro l’acquisto più importante è stato lui, ma l’assenza di una pedina adatta a giocare dietro Mauro Icardi è clamorosamente evidente. Spalletti ha un uomo che ragiona e tiene palla davanti alla difesa (Borja Valero), nella catena centrale servirebbe un altro elemento di personalità, qualità e gamba in grado di catalizzare il gioco del centrocampo e smistare le azioni offensive. Un giocatore in grado di tenere palla e far salire la squadra, ma anche di veloci incursioni e soluzioni in rapidità per collegare la squadra a Icardi”.

MERCATO DI GENNAIO –Joao Mario lo può fare, ma è lento. Marcelo Brozovic non ha il piede raffinato. Anche Borja Valero rende meno più vicino all’area avversaria e poi viene a mancare nell’avvio dell’azione. Non c’è altro. Il buco si nota e Spalletti dovrà essere bravo a mascherare e supplire almeno fino a gennaio quando il Fair Play Finanziario consentirà maggior spazio di manovra. Nel mirino di Sabatini ci sono alcuni giocatori importanti. Il primo è Mesut Ozil. Non vuole rinnovare, l’Arsenal potrebbe decidere di venderlo a gennaio per non perderlo a zero. L’Inter c’è. Ma si guarda anche al Paris Saint-Germain con Julian Draxler e Javier Pastore, profili interessanti e adatti. Fari accesi anche sul solito Arturo Vidal, che però Carlo Ancelotti non sembra intenzionato a mollare. Alex Teixeira, trequartista brasiliano del Jiangsu Suning è una suggestione, ma spaventa l’ambientamento. A gennaio servono giocatori pronti”.