Bucchioni: “Inter, gran nome: Mourinho? Manolas per Murillo”

Articolo di
7 aprile 2017, 00:48
Enzo Bucchioni

Nel suo editoriale per “TuttoMercatoWeb” il giornalista Enzo Bucchioni dedica ampio spazio all’Inter e lo fa citando un nome che metterebbe (quasi) tutti d’accordo per la panchina: quello di José Mourinho. Per quanto riguarda il calciomercato molto vicini Kostas Manolas e Domenico Berardi.

CAMBIO POSSIBILE – “La sconfitta con la Sampdoria ha rimesso in moto tutte le vecchie inquietudini dell’Inter e degli interisti. Nel mirino c’è Stefano Pioli, forse troppo Normal One per un progetto ambiziosissimo, fatto con centinaia di milioni di euro e la voglia di vincere subito. Zhang Jindong, patron di Suning, è angosciato dalla domanda che si sente fare o teme di sentirsi fare dai milioni di tifosi cinesi dell’Inter: ‘Pioli chi?’ E allora ecco che continua la corsa a un grande santone della panchina, uno di quelli che hanno un nome e un curriculum da vincitore. Su Antonio Conte si è detto e scritto di tutto, ma resterà al Chelsea di sicuro un altro anno. In questa fase vuole semplicemente convincere Roman Abramovich che se non rafforza i Blues sarà difficile provare a vincere la Champions League l’anno prossimo. Ma il russo investirà e Conte resterà. Rima più o meno baciata”.

LE ALTERNATIVE – “E allora? Carlo Ancelotti non si muove dal Bayern Monaco. Pep Guardiola vuole la rivincita dal Manchester City. C’è sempre Diego Pablo Simeone che rimbalza, ma il suo gioco non entusiasma. Siccome i cinesi sono diventati tifosi dell’Inter guardando i nerazzurri vincere il Triplete, ecco che qualcuno ha messo nell’orecchio di Zhang la pulce José Mourinho. Perché non provare a riportare all’Inter il mitico Mou? Già, perché. Mou, a domanda, ha sempre risposto con il classico «mai dire mai», ma al momento trattasi di suggestione. Difficilmente Mou lascia una piazza senza aver vinto qualcosa. La giostra, comunque, non è ferma e nella lista del casting uno dopo l’altro stanno finendo Luciano Spalletti, Mauricio Pochettino, ma anche Unai Emery. E il povero Pioli? Sta lavorando benissimo come dimostrano i numeri, ma conoscendo il calcio non si meraviglia. Lui continua a lavorare per conquistare l’Europa League e guadagnare il rinnovo, ma a fine campionato chiederà soltanto una cosa: chiarezza. Dividersi, eventualmente, non sarà un problema. La Fiorentina lo corteggia con insistenza e starà ad aspettare ancora un po’ con Eusebio Di Francesco, Leonardo Semplici, Rolando Maran e Walter Mazzarri in lista d’attesa”.

IL MERCATO – “Comunque Piero Ausilio va avanti per la strada tracciata per il rafforzamento e almeno due colpi sono già quasi chiusi. Stiamo parlando di Domenico Berardi, un vecchio sogno che si avvera. Al Sassuolo dovrebbero andare trentacinque milioni più un giovane della Primavera. Giorgio Squinzi vuole Andrea Pinamonti, l’Inter non molla, ma si discute. Molto avanzata è anche la strada che porta a Kostas Manolas con il sacrificio di Jeison Murillo che ha estimatori in Italia e non solo. Il giocatore è d’accordo, ma anche con la Roma è quasi fatta”.







ALTRE NOTIZIE