Bucchioni: “Inter, fossi Suning caccerei chi ha preso Gabigol”

Articolo di
16 dicembre 2016, 00:13
bucchioni

Enzo Bucchioni critica il mercato dell’Inter nel suo editoriale per “TuttoMercatoWeb”. A gennaio ci sarebbe nuovamente l’obbligo di intervenire per correggere problemi non risolti in estate e per gestire due situazioni molto complicate come quelle di Gabigol e Geoffrey Kondogbia.

SALDI IN ARRIVO – “La società che dovrebbe fare di più sul mercato è l’Inter. Stefano Pioli ha chiesto la cessione di quattro-cinque giocatori in esubero, in particolare quelli che soffrono per non giocare e portano negatività. Parlo di Stevan Jovetić, Geoffrey Kondogbia, Felipe Melo, Assane Gnoukouri, ma è in bilico anche la posizione di Éver Banega. L’allenatore vuole un regista e nonostante le difficoltà e il silenzio, c’è sempre la speranza di portare prendere Lucas Biglia. Fari accesi anche su Milan Badelj, dichiarato incedibile dalla Fiorentina, ma un’offerta da quindici milioni potrebbe far cambiare idea”.

ERRORI IN SERIE – “Il giallo vero, però, è quello di Gabigol. Ma è possibile che un giocatore pagato trenta milioni non sia in grado di giocare neanche dieci minuti a partita? Lo hanno bocciato nell’ordine Roberto Mancini (non lo voleva), Frank de Boer e adesso anche Pioli. È una sola? Il sospetto comincia a venire, possibile che in una squadra dove ha giocato anche Vampeta non ci sia spazio per Gabigol? Se è così, fossi uno di Suning, caccerei immediatamente chi l’ha preso. Anche per Kondogbia, qualora l’Inter accettasse i venti milioni del Marsiglia, pagato quaranta, si profila una minusvalenza di venti milioni. Non noccioline. Nell’operazione potrebbe entrare Lassana Diarra, trentuno anni, che a Pioli piace molto. Comunque questa squadra va rivista, è stata costruita male. Per l’esterno Matteo Darmian era vicino, ora che nel Manchester United gioca di più pare abbia cambiato idea”.