Bonolis: “Col Derby di domani inizia una nuova era”

Articolo di
14 aprile 2017, 18:44
Bonolis

Paolo Bonolis ha parlato del derby di domani insistendo sul fatto che, col passaggio del Milan nelle mani di una nuova proprietà cinese, possa essere iniziata una nuova era nel calcio milanese

Il presentatore televisivo Paolo Bonolis, di nota fede nerazzurra, ha parlato del derby di domani ai microfoni di TMW Radio partendo dal fatto che quello di domani potrebbe essere il primo derby di una nuova era per tutto il calcio italiano: “C’è in gioco la possibilità di fare un passo importante in ottica Europa League. Il derby di domani segna una nuova era per entrambe le squadre, visto che le proprietà sono cambiate”.

BERLUSCONI E IL MILAN- “Credo che Berlusconi rimarrà per sempre, al Milan ha scritto pagine di storia. Vediamo se vorrà ancora spazio in società e se i nuovi acquirenti glielo daranno”.

INTER COME ANTI JUVE?- “L’Inter deve lavorare ancora tanto. Al momento, i nerazzurri hanno cinque-sei titolari che potrebbero rappresentare delle buone seconde scelte e niente più. L’Inter ha bisogno soprattutto di un’anima costante e battagliera, come Juventus, Napoli o Lazio. Ancora la squadra di Pioli va a sprazzi, mi sembra la più indecifrabile in assoluto”.

COSA MANCA ALL’INTER- “All’Inter manca più un calciatore come Cambiasso, elemento in grado di trascinare la squadra per tutta la partita”.

CONFERMARE PIOLI?- “Pioli mi piace, è un’ottima persona, sobria e attenta. Forse però ha ancora bisogno di imparare ad accendere la miccia dei suoi giocatori. Tra i nomi accostati all’Inter, quelli di Simeone e Conte sono senza dubbio prestigiosi. Servirebbe un martellatore, ma anche degli acquisti importanti”.

CHI DEVE COMPRARE L’INTER- “Suning deve comprare almeno quattro pezzi forti, penso prima di tutto a una seconda punta al fianco di Icardi. Ci sono varie ipotesi interessanti, da Aguero a Mbappé. A me piace tantissimo anche Mertens”.

IL DERBY PIU’ BELLO- “Sicuramente quelli che abbiamo vinto, quelli delle cavalcate del quinquennio o dei tedeschi contro gli olandesi. C’erano in campo delle aspettative imponenti, attualmente l’Inter si trova purtroppo tra color che son sospesi. Preferirei lottare per non retrocedere, almeno la partita avrebbe un sapore speciale (ride, ndr)”.







ALTRE NOTIZIE