Biasin: “Inter, Thohir fantastico! Moratti ha voglia, anche se…”

Articolo di
4 ottobre 2016, 07:44
Fabrizio Biasin

Fabrizio Biasin – giornalista di “Libero” e noto tifoso nerazzurro -, ospite negli studi di “Tiki Taka – Il calcio è il nostro gioco” su Italia 1, parla a 360° dell’Inter: da Roma-Inter al possibile ritorno di Moratti, passando per le ingiustificate critiche a de Boer, Icardi e Thohir

SARRI COME MANCINI – Il primo pensiero di Fabrizio Biasin è rivolto alla sconfitta dello Stadio “Olimpico” e in particolare alle vicende in casa giallorossa: «Luciano Spalletti ha gestito benissimo la situazione creatasi con Francesco Totti, poi alla fine parla il campo: la Roma ha vinto 2-1 contro l’Inter, quindi ha vinto lui. Campionato già finito con la Juventus in fuga? L’interista oggi pensa al secondo-terzo posto, non alla Juventus. Maurizio Sarri sta svilendo i suoi giocatori come ha fatto l’ultimo Roberto Mancini con l’Inter: deve esaltarli facendo capire che crede in loro, non abbattersi».

INTER SENZA TEMPO – «Quest’anno l’Inter è sull’altalena: è partita malissimo, poi ha battuto la Juventus tra le disfatte in Europa League e infine contro la Roma non ha giocato male, ma ha grossi problemi in fase difensiva. Serve tempo per risolvere questi problemi, ma l’Inter non ha tempo. Chi è sul carro ci resta, gli altri restino giù: io sono sul carro. Ci sono troppi critici: nelle ultime ore ho sentito dire che Mauro Icardi contro la Roma ha giocato malissimo, non ha toccato un pallone e quindi così non va bene. Icardi ha toccato un pallone e ha fatto l’assist, deve fare sempre doppiette? A Frank de Boer hanno dato tutto dopo il 20 agosto, adesso deve avere tutto il tempo a disposizione. L’Inter non giocava così bene da tanto tempo, però ci sono gravi problemi in fase difensiva. Se Stevan Jovetic non fa quel fallo inutile, a Roma la pareggi. E’ vero che i soldi vanno gestiti in maniera intelligente: l’Inter ha fatto un bel mercato in estate, ma si è dimenticata gli esterni bassi e siamo sempre allo stesso livello».

MORATTI VEGLIA SULL’INTER – «Jindong Zhang è interessato a riportare Massimo Moratti nell’importante ruolo di presidente, ma per me c’è troppa cattiva pubblicità su Erick Thohir, che ha fatto un lavoro straordinario con l’Inter. Ha guadagnato 50 milioni grazie alla cessione al gruppo Suning? Guadagnare soldi non è un peccato! Quando è arrivato Thohir, l’Inter era vicinissima allo sprofondare: Thohir ha dato ordine all’Inter e l’ha consegnata a uno (riferimento a Zhang, ndr) che butta via i milioni così. Mancini non è stato cacciato, ma ha voluto farsi cacciare presentandosi davanti alle telecamere e dicendo: “Questi giocatori non mi vanno bene, ne voglio altri venti”. Mancini non è tornato per Thohir, Moratti ha convinto Thohir a riprenderlo. Moratti, presidente o non, ha sempre un certo peso nelle vicende dell’Inter: oggi Moratti ha tanta voglia di tornare».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Andrea Turano
Nato nell’era Bagnoli, ma svezzato da Simoni, vive la sua vita in nero e azzurro. Parla di Inter ventiquattro ore al giorno, nel tempo libero si limita a scrivere, sempre di Inter. Sogna di lasciare un ricordo indelebile nella storia della Beneamata, come Arnautovic. E’ un tifoso sfegatato come tanti, ma obiettivo come pochi.