Bergomi: “Sottovalutata l’importanza di Nagatomo nell’Inter”

Articolo di
18 dicembre 2017, 00:03
Giuseppe Bergomi

Secondo Giuseppe Bergomi l’Inter ha perso 1-3 contro l’Udinese anche perché come terzino sinistro ha giocato Davide Santon al posto di Yuto Nagatomo. L’ex capitano nerazzurro, ospite di “Sky Calcio Club”, ha analizzato la prima sconfitta stagionale evidenziando gli errori commessi.

PRESTAZIONE INSUFFICIENTE«La sconfitta con l’Udinese? Io me l’aspettavo, nel senso che capita durante un campionato una partita del genere. L’Inter ha avuto determinate partite dove magari ha portato a casa il risultato a inizio stagione, Crotone e altre situazioni dove non meritava. Il primo tempo dell’Inter è stato giocato bene, ha creato situazioni e poteva essere in vantaggio, però poi nel secondo tempo si è un po’ allungata e ha sbagliato dei passaggi di misura che di solito non sbaglia. Quando va ad affrontare una squadra fisica come l’Udinese l’Inter può trovare queste partite. Prima Luciano Spalletti poi Mauro Icardi non devono pensare che qualcuno ce l’abbia con loro, devono pensare al loro campionato e non guardare gli altri. Nessuno vuole male all’Inter, non devono avere ombre ma pensare a loro stessi e andare avanti. Togliendo Marcelo Brozović ha spostato avanti Borja Valero, lì l’hanno un po’ soffocato. Javier Pastore utile? Migliorarla non so, manca questo tipo di giocatore dietro alle spalle di Icardi. È sottovalutata l’importanza di Yuto Nagatomo, interpreta la partita in maniera diversa. Davide Santon è entrato e ha fatto anche delle buone partite ma arriva con i tempi sbagliati, non va mai in sovrapposizione, gioca abbastanza timido e fa solo il compitino, invece Nagatomo dà un’energia diversa e permette a Ivan Perišić di esprimersi in maniera diversa. Sul gol dell’1-3 Perišić parte dieci metri dietro a Roberto Gagliardini, è Gagliardini che reagisce in ritardo».






ALTRE NOTIZIE