Bergomi: “Skriniar interessante, Spalletti ideale per i difensori”

Articolo di
9 agosto 2017, 14:37
Bergomi

La Gazzetta dello Sport ha intervistato Beppe Bergomi per parlare di Milan Skriniar, arrivato all’Inter poco meno di un mese fa ma che sembra già riuscito a convincere buona parte tra addetti ai lavori e tifosi.

QUALITA’ INTERESSANTI – «Quando ha saputo che poteva vestire la maglia nerazzurra, sono rimasto colpito positivamente. Avevo intuito fin da subito che poteva avere caratteristiche e qualità interessanti. Se può crescere con Spalletti? Decisamente sì perché fare il difensore con lui in panchina è un’esperienza formativa. Bisogna lavorare su tanti aspetti e bisogna essere come una spugna per assorbirli al meglio. Conosco bene i suoi metodi di lavoro avendolo seguito anche di persona in passato. E adesso lavorerà con Luciano Spalletti che notoriamente migliora i giocatori. È un difensore attento, si applica, sa far uscire velocemente il pallone dalla difesa e lo fa anche con giocate in verticale. Deve ancora lavorare per migliorare sotto certi aspetti. Il calcio estivo è una cosa, il campionato un’altra. Sono curioso di vederlo all’opera contro attaccanti di spessore, di osservarlo a gestire gli uno-contro-uno in velocità. Lui e Miranda? Possono coesistere benissimo, compongono una coppia ben assortita. E Skriniar può togliere un po’ di lavoro a Joao in fase di impostazione».