Bergomi: “João Mário? Per la prima volta fuori il tifoso. Inter…”

Articolo di
7 gennaio 2018, 00:05

Ospite di “Sky Calcio Club” su Sky Sport, l’ex difensore dell’Inter Giuseppe Bergomi ha commentato un episodio avvenuto ieri al termine del primo tempo, quando João Mário ha malamente perso un pallone a centrocampo e non ha rincorso Federico Chiesa. Nell’occasione ha platealmente criticato il giocatore portoghese nel corso della telecronaca e adesso ha voluto spiegare la situazione.

REAZIONE INEVITABILE«Lo sfogo contro João Mário? Per la prima volta è venuto fuori il tifoso, non mi era mai successo. Sono stato criticato per quello che ho detto dai tifosi interisti, ma è il primo il tifoso interista ad arrabbiarsi per questo atteggaimento. Ci ho giocato vent’anni, se vedono l’impegno ti perdonano, quando vedono questa cosa qua anche loro l’avrebbero sottolineata, poi magari non vorrebbero sentirlo dire in televisione. All’Inter quest’anno c’è un allenatore che dal primo giorno punta sui valori e sull’attaccamento alla maglia, mi ero illuso che l’Inter potesse rimanere più attaccata e non staccarsi in quattro partite. L’Inter ha sempre cercato di andare a pressare alto fino ad adesso, però ti devi rendere conto delle forze che hai a disposizione. Luciano Spalletti ha provato a dirlo alla squadra che non l’ha seguito, si vede. Mauro Icardi è il centravanti che su scarico dietro sul portiere va sempre in pressing, ogni volta, ogni tanto deve temporeggiare, stare in posizione. Menomale per l’Inter che stanno lavorando bene in fase difensiva i due difensori centrali, Andrea Ranocchia che ha giocato infiltrato e Milan Škriniar che lavora benissimo. Antonio Candreva in questo momento deve giocare».






ALTRE NOTIZIE