Bergomi: “Inter, mai grande società. Con Mancini più punti”

Articolo di
7 novembre 2016, 01:04
bergomi

Beppe Bergomi, che nelle scorse settimane era stato sponsorizzato come nuovo allenatore, attacca la società Inter da “Sky Calcio Club”. Per l’ex capitano ci sarebbero stati diversi errori da inizio stagione e con Roberto Mancini in panchina al posto di Frank de Boer sarebbero stati ottenuti più punti degli attuali diciassette.

L’ALLENATORE CONTA – «La forza che aveva Roberto Mancini è quello che ha potuto fare nelle due campagne acquisti, portando tanti giocatori con l’area tecnica vicina, volendo un uomo di fiducia come Giovanni Gardini. L’Inter poteva fare di più, anche adesso quelli che vediamo in campo stanno rendendo al massimo del loro potenziale? Secondo me dipende molto, Frank de Boer l’ho sempre rispettato ma l’avrei cambiato prima. La guida tecnica è fondamentale, con i giocatori che ha a disposizione si poteva pensare di andare in Champions League, se questa squadra l’avesse avuta ancora Mancini avrebbe avuto più punti. Con un altro allenatore fin dall’inizio al posto di de Boer non è uguale. La storia dell’Inter dice che non ha mai avuto una grande società, quando ha vinto aveva un grande allenatore come Giovanni Trapattoni, Helenio Herrera o José Mourinho. Stefano Pioli è bravo, nel senso che è preparato e cresciuto negli anni, ha bisogno di avere gente che lo segue ma soprattutto difensori bravi. È una persona seria e questo non guasta, non inventa nulla».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.

Riccardo Spignesi

Studente (ancora per poco) all’Università Statale di Milano. Redattore anche per SpazioCalcio.it e BetClic, estremamente fissato con il calcio.