Bergomi: “E’ un’Inter diversa. Ha un’identità e sa cosa fare”

Articolo di
15 gennaio 2017, 13:56
Giuseppe Bergomi

Beppe Bergomi, che ieri ha commentato Inter-ChievoVerona per Sky Sport insieme a Fabio Caressa, ha analizzato la prestazione dei nerazzurri sottolineando la grande prova di Roberto Gagliardini e l’ottimo lavoro di Stefano Pioli.

IDEE CHIARE – «Tutta un’altra Inter? Assolutamente, è una squadra che adesso ha un’identità e crede al terzo posto. Quinta vittoria consecutiva ma sopratutto una mentalità e un’energia diversa, una squadra che in campo sa cosa deve fare e rischia qualcosa perché è una squadra che viene sempre ad attaccarti in avanti, che pressa sempre con questo pressing ultra-offensivo e mette nelle condizioni i propri giocatori d’attacco di esprimersi al meglio quindi da questo punto di vista va elogiato il lavoro di Pioli. Se mi aspettavo un esordio di Gagliardini così positivo? Così, dico la verità, no; con questa personalità, questa determinazione, questa qualità nelle giocate, con gli inserimenti e con l’equilibrio che è riuscito a dare insieme a Kondogbia in mezzo al campo, ha fatto veramente una partita di spessore. Kondogbia rilanciato? Sì perché adesso ha preso fiducia e autostima, gioca semplice, sa quello deve fare in campo, tutti lo aiutano e anche il pubblico ha capito che lui adesso sta giocando veramente con il cuore, con grande intensità e ci mette qualità. Anche quando ha perso una palla banale la gente lo ha sostenuto e questo è quello che il pubblico di San Siro vuole vedere».