Bergomi: “Brutta sconfitta, perse geometrie senza Gagliardini”

Articolo di
4 aprile 2017, 14:57
Bergomi

Beppe Bergomi, ieri sera al commento Inter-Sampdoria per Sky Sport insieme a Fabio Caressa, ha analizzato la brutta sconfitta subita dai nerazzurri sottolineando la grande prova degli avversari e l’importanza di Roberto Gagliardini.

OTTIMA SAMPDORIA – «Una brutta sconfitta in questo momento della stagione dove non c’erano i presupposti, per quanto riguarda l’Inter, di andare incontro a una sconfitta ma ha trovato un’ottima Sampdoria bel allenata e organizzata, una squadra che gioca bene a calcio e sopratutto nel secondo tempo è venuta fuori. L’uscita di Gagliardini ha tolto un po’ di geometrie alla squadra perché Gagliardini è l’uomo che trovi dappertutto, è bravo nella gestione della palla, sa interdire, ti dà la palla importante e sopratutto lega il gioco, Brozovic e Kondogbia sono un po’ più disordinati anche se tutti e due non hanno demeritato. Schick? E’ partito titolare al posto di Muriel e l’ha fatto bene giocando con personalità e qualità, duellando con Medel e Miranda vincendo i duelli sia aerei ma sopratutto le giocate palla a terra con la qualità e il suo piede mancino. Ha trovato il gol, ha trovato altre situazioni importanti, ha giocato per la squadra e quindi sicuramente è stato il migliore di questa gara».