Bellinazzo: “Inter chiede 300 milioni, offerto il doppio. Suning…”

Articolo di
14 dicembre 2017, 23:32
Marco Bellinazzo

Il giornalista Marco Bellinazzo è intervenuto nel corso dell’ultima edizione di Sky Sport 24. L’esperto di situazioni finanziarie ha commentato la notizia odierna relativa al fatto che l’Inter emetterà un bond per ridefinire il prestito con Goldman Sachs e le motivazioni che hanno portato la proprietà a seguire questa strada.

CONTI SISTEMATI«È notizia proprio di qualche minuto fa che l’Inter farà questo prestito obbligazionario, cioè si rivolge al mercato e agli investitori istituzionali come banche e fondi per chiedere trecento milioni. All’Inter è arrivato il doppio delle offerte rispetto a quelle che erano le esigenze, quindi questo bond si farà a un tasso d’interesse del 4.7% che andrà a sostituire il prestito a Goldman Sachs che aveva fatto Erick Thohir con un tasso d’interesse intorno al 6%. L’Inter ha avuto un risparmio, avrà la possibilità di ripagarlo fino al 2022 e non al 2019, c’è da dire che rispetto alla tipologia di operazioni che sta facendo Suning mi sarei aspettato degli interventi diversi, nel senso che Suning ha prestato all’Inter circa trecento milioni mentre l’UEFA tende a privilegiare degli apporti di capitale e non i prestiti che poi determinano il fatto che il club deve pagare degli interessi. Perché Suning sta prestando i soldi? La spiegazione è abbastanza semplice, nel senso che c’è ancora la quota di Thohir che non farà altri aumenti di capitale, se Suning li facesse la quota andrebbe a diluirsi, invece l’accordo è che resti quella quota finché Thohir non uscirà, Suning avrà il 100% dell’Inter e potrà fare la conversione di questi prestiti in capitale facendo venire meno la zavorra degli interessi».