Bellinazzo: “Inter, Champions moltiplicatore. Bisogno per antagonista Juve”

Articolo di
20 aprile 2018, 00:53
Marco Bellinazzo

Il giornalista Marco Bellinazzo è stato ospite di “Calcio & Mercato” su Sportitalia. A livello economico ha spiegato i tantissimi benefici che porterebbe all’Inter la qualificazione alla prossima Champions League.

OBBLIGO FINANZIARIO«Tutto il progetto cinese dell’Inter si è sempre basato sulla Champions League, poteva in qualche modo compensare nel caso di un iniziale fallimento, che è quello dell’anno scorso in cui non è riuscito il salto in Champions League. Quest’anno sarebbe complicatissimo non solo da spiegare ai tifosi, ma da gestire anche dal punto di vista economico. L’anno prossimo quattro squadre ma il montepremi della Champions League è salito da due miliardi e quattrocento milioni a tre miliardi e duecento milioni, per cui diciamo che le squadre italiane anche se ci andranno in quattro potranno ambire a dei montepremi molto importanti. L’Inter potrebbe qualificarsi al girone, potrebbe vincere qualche partita e darebbe tra i quaranta e i cinquanta milioni, anche perché l’Inter quest’anno al 30 giugno 2018 è all’ultimo anno sotto il Settlement Agreement, deve chiudere al pareggio di bilancio e ci arriverà molto probabilmente. A quel punto entra nel circuito ordinario del fair play finanziario, significa che può fare un deficit di trenta milioni ma spalmato sui tre anni, quindi un anno puoi anche chiudere a settanta basta che poi fai gli utili gli altri due anni, non hai più il vincolo del pareggio nella singola stagione quindi si aprirebbe un discorso più generale sulla possibilità di far crescere il monte ingaggi e fare operazioni, ma questo lo giustifica la Champions League. Solo la Champions League ti permette di avere cinquanta milioni ma anche di avere un moltiplicatore su tutta una serie di conttatti commericali, più facilità di avere mercati asiatici e visibilità, ti cambia completamente. L’Inter ha bisogno della Champions League per diventare la vera antagonista della Juventus».